Il ridotto apre ai concerti. Musica classica con Nicoli

L’assessore Gea Dazzi ha previsto una serie di eventi musicali diretti dal Maestro della Scala

Il ridotto apre ai concerti. Musica classica con Nicoli

L’assessore Gea Dazzi, il Maestro Bruno Nicoli e Cristina Sichi dell’Ufficio cultura

Il Ridotto del teatro degli Animosi ospiterà tre concerti di musica classica di alto livello con protagonisti di grande fama. Il primo appuntamentop in in programma per il 19 di aprile. Un progetto dell’assessore alla Cultura del Comune di Carrara, Gea Dazzi, curato dal Maestro Bruno Nicoli, carrarino doc e direttore stabile dei complessi musicali di palcoscenico del Teatro della Scala e docente di direzione dell’Accademia della Scala.

‘I concerti dal Ridotto’ così si chiama questo ciclo musicale, sono stati presentati ieri mattina nello spazio di piazza De André dall’assessore alla Cultura Gea Dazzi, dal maestro Bruno Nicoli e da Cristina Sichi dell’ufficio Cultura. Si parte venerdì 19 aprile (alle 18) con Alberto Bologni al violino e Giuseppe Bruno al pianoforte. Il duo di grande livello eseguirà musiche di Mozart, Puccini, Bruno-Puccini, Marianelli-Puccini. Martedì 14 maggio (alle 18) sarà la volta di Francesco Manara (violino di spalla del Teatro alla Scala), e Bruno Nicoli al pianoforte con musiche di Mozart, Beethoven, Massenet, Bazzini-Verdi. Il terzo concerto è in programma per sabato 1 giugno (sempre alle 18) con la giovane promessa Carlo Solinas al pianoforte, che suonerà musiche di Bach, Mozart e Chopin.

"Abbiamo raccolto la sfida di riportare questo luogo alla comunità culturale attraverso la musica classica – ha detto l’assessore Dazzi –. Riportare la musica classica ad esibirsi in città e in uno spazio così prestigioso come quello del Ridotto del Teatro Animosi è un obiettivo che si sta realizzando anche grazie alla collaborazione e supervisione di un talentuoso carrarino, il Maestro Bruno Nicoli – prosegue Dazzi –, che si è offerto in nome dell’amore che nutre verso la sua città, di cucire sul Ridotto una programmazione su misura e di indubbia qualità. Carrara ha da sempre un forte legame con la musica classica e l’idea di dare spazio, oltre ai grandi maestri, alle giovani promesse locali è di sicuro un modo per promuovere la musica concertistica e sostenere i ragazzi e le ragazze che con passione, dedizione e sacrificio ci si cimentano".

"Sono onorato di questo ruolo e lo sono proprio per il legame che mi lega alla nostra città – ha detto Bruno Nicoli –. Ho ancora nel cuore il ricordo del concerto con l’Ort dello scorso anno. Una ripartenza della musica classica che in futuro potrebbe essere un modo per individuare giovani talenti e professionisti in carriera".