Massa, 23 febbraio 2021 - Il dolore non ha confini e la morte di Marco Bonotti ha unito Massa con Carrara, i cavatori di Fantiscritti (dove il 45enne si recava spesso con il camion per caricare blocchi e scaglie) e gli abitanti di Guadine (dove vivono i suoi genitori). Senza dimenticare i dipendenti del Carrefour, dove lavora sua moglie Giuliana Baldini. Questo pomeriggio, in presenza o con il cuore, c'era tanta gente nella chiesa di San Sebastiano in largo Matteotti ai funerali dello sfortunato camionista.

All'uscita del feretro dalla chiesa, un coro di sirene da parte dei colleghi ha salutato l'ultimo viaggio di Bonotti. Un momento molto toccante.