Festa delle forze armate in centro. Cerimonia sobria con il Prefetto

Cerimonia in ricordo delle vittime dell'alluvione in Toscana: prefetto ricorda sacrificio delle forze armate nella storia italiana. Studenti del Palma intonano inno nazionale e due brani in omaggio alle vittime.

Festa delle forze armate in centro. Cerimonia sobria con il Prefetto
Festa delle forze armate in centro. Cerimonia sobria con il Prefetto

"Una cerimonia sobria, in rispetto delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Toscana". A parlare è il prefetto Guido Aprea, ieri mattina in piazza Aranci, durante la festa dell’Unità nazionale e delle forze armate, davanti alle massime autorità militari e civili, di molti studenti e alunni degli istituti scolastici cittadini. Il prefetto ha ricordato come le forze armate siano importanti "strumenti di difesa e non di aggressione". Ha inoltre ricordato il "sacrificio delle forze armate nella prima e seconda guerra mondiale e prima, durante l’unificazione dell’Italia". La cerimonia ha visto l’ingresso del Gonfalone della Provincia e l’inno nazionale è stato eseguito dagli studenti del Palma, i quali sono stati chiamati a intonare due brani per onorare le vittime della tremenda alluvione che ha sconvolto la nostra regione.