Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
26 mag 2022

Endocrinologia, tornano visite ed ecografie

Pontremoli, la nuova organizzazione del reparto ospedaliero prenderà il via dai primi di giugno per smaltire le liste d’attesa

26 mag 2022
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese
Il mantenimento del servizio endocrinologico aiuta a mantenere alta la qualità della sanità lunigianese

Per smaltire le liste di attesa in Lunigiana dai primi giorni del mesi di giugno decolla la nuova organizzazione dell’endocrinologia che garantirà la visita, l’ecografia e, se necessario, l’agoaspirato. Il mantenimento del servizio endocrinologico è una decisione importante per il mantenimento dei livelli di qualità della sanità lunigianese. Il servizio dopo il pensionamento della dottoressa Giulia Manfredini era scoperto. "Siamo riusciti a ricoprirlo grazie alla disponibilità di tutti, in un momento particolarmente difficile vista la carenza di medici che stiamo riscontrando in tutte le specialistiche. Ed è un altro tassello che si va ad aggiungere al disegno complessivo della sanità lunigianese", commenta il direttore generale dell’Usl Maria Letizia Casani. All’ospedale di Pontremoli l’attività specialistica di endocrinologia, coordinata dall’unità operativa di Medicina della Lunigiana diretta dal dottor Lino Mori, sarà gestita dai medici, Angela Bertocchi (medicina Lunigiana), Luca Tomisti (medicina Apuane) e da David Viola (medicina Versilia) tutti specialisti in endocrinologia che, oltre alla visita, per contribuire alla riduzione delle attese della zona, potranno effettuare le indagini diagnostiche specialistiche (ecografie tiroide, ago aspirato di noduli della tiroide) sia al paziente ricoverato, sia al paziente ambulatoriale. In una nota l’Usl sottolinea che la nuova organizzazione è costruita attorno al paziente che potrà effettuare tutti gli esami necessari, compresi quelli strumentali, senza spostarsi dalla zona di residenza. " Importante - precisa l’Usl - sarà anche la possibilità, da parte dell’endocrinologo, di attivare il day service specialistico che comprende anche i Pacc, cioè il gruppo di esami integrati dedicati alle diverse patologie endocrine, come ad esempio le malattie ipofisarie, le tumefazioni surrenaliche. La presa in carico attraverso il day service faciliterà il paziente evitandogli il ricorso ai diversi specialisti e contribuirà anche a diminuire i ricoveri impropri". Tuttavia la lista delle lamentele dell’utenza sulle liste di attesa è sempre lunga. Per effettuare una risonanza magnetica occorre attendere 5 mesi, ecografia 6 mesi, visita nefrologica 4- 5 mesi, visita ginecologica 4-5 mesi, visita geriatrica 3-4 mesi, esame doppler 5-6 mesi, visita diabetologica 3-4 mesi. E poi non è più possibile effettuare un esame audiometrico, una visita dietologica e la curva da carico di glucosio.

Natalino Benacci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?