Usare WhatsApp per dare informazioni affidabili, puntuali e accurate sull’emergenza Covid, 24 ore su 24, a portata di mano sullo smartphone di ogni cittadino. Da oggi si può e lo fa, per prima in Italia nell’ambito delle Aziende sanitarie, l’Asl Toscana Nord Ovest, che sperimenta un nuovo...

Usare WhatsApp per dare informazioni affidabili, puntuali e accurate sull’emergenza Covid, 24 ore su 24, a portata di mano sullo smartphone di ogni cittadino. Da oggi si può e lo fa, per prima in Italia nell’ambito delle Aziende sanitarie, l’Asl Toscana Nord Ovest, che sperimenta un nuovo servizio di assistenza virtuale su WhatsApp (una "chatbox"), per rispondere alle domande più frequenti sull’emergenza Covid. Utilizzarlo è semplice: basta salvare il numero 050.954666 tra i propri contatti e inviare al numero un messaggio con la parola "Ciao". L’assistente virtuale si attiverà indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata.

Il gruppo di lavoro aziendale, che ha ideato, sviluppato, configurato e realizzato il nuovo servizio di informazioni via WhatsApp, è guidato da Alessandro Iala e Francesco Niccolai. Per quanto riguarda poi gli altri canali di contatto tra cittadino e Asl, considerando che la necessità di informazioni in questo periodo è enormemente cresciuta, si è provato a dare una risposta creando un vero e proprio Contact Center Covid, sotto il coordinamento delle funzioni di staff del direttore generale. Numerosi operatori, in parte appartenenti agli Urp aziendali e in parte presi in prestito da altri servizi, sono stati formati per un servizio di risposta telefonica sul numero unico Covid 0585 498383, attivo con operatore dalle 8 alle 18 dal lunedì al sabato, ed in quasi due mesi è stata data risposta in media a 600 utenti al giorno.