Oggi a difendere Aulla dal fiume Magra c’è un terribile muraglione grigio lungo circa due chilometri
Oggi a difendere Aulla dal fiume Magra c’è un terribile muraglione grigio lungo circa due chilometri

Massa, 16 aprile 2019 - UN MURALE lungo due chilometri. Dove? Lungo l’argine di Aulla, così da renderlo un’attrazione invece di un muro grigio. Dal giorno della sua realizzazione a difesa dell’abitato di Aulla, si discute molto riguardo l’argine di Aulla e adesso arriva un’idea originale quanto ambiziosa. E’ proprio il sindaco Roberto Valettini a proporre il progetto di realizzare lungo tutto il muro di cemento edificato dalla Regione Toscana, un murale di quasi due chilometri, raffigurante la Via Francigena. Idea che potrebbe attirare turisti desiderosi di vedere un’opera simile, che si snoda dal casello autostradale fino alla confluenza fra il fiume Magra e il torrente Aulella.

Al momento l’idea resta solo un’idea, ma se diventasse realtà l’imponente opera potrebbe diventare il più grande murale del mondo. Al momento il record è detenuto da Rio de Janeiro, dove l’artista brasiliano Eduardo Kobra, in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016, si è cimentato in un’impresa faraonica, che ha superato ogni record, realizzando il murale più grande del mondo fatto da una sola persona. E se davvero Aulla prendesse il posto di Rio de Janeiro nel Guiness World Records? Il sindaco per ora ci scherza su. «Abbiamo intenzione - dice - di trasformare quello che è senz’altro un problema estetico e un motivo di degrado visivo, rappresentato dal muro d’argine, in un’opportunità e in un motivo di attrazione turistica per Aulla. Vorrei ci fosse il coinvolgimento delle scuole, di artisti locali in questa sfida all’insegna della fantasia e del colore». Pare ci siano già contatti con Eduardo Kobra attraverso David Diavù Vecchiato, graffitista e street artist, tra i nomi di punta del panorama della Urban Art nazionale e curatore della serie tv «Muro» su Sky Arte HD.

Tra l’altro nelle prossime settimane la Regione Toscana avvierà i lavori per la realizzazione del terzo lotto della messa in sicurezza dell’abitato di Aulla. L’intervento prevede l’ultimazione del muro di contenimento sull’argine del fiume Magra, la cui altezza varia a seconda dell’area interessata. La Regione, allo scopo di limitare l’impatto che le opere di difesa avranno sul contesto urbano, ha indetto una consultazione con i cittadini di Aulla per individuare e condividere le soluzioni più praticabili e condivisibili. I cittadini o le associazioni che vorranno contribuire alla scelta potranno presentare la propria proposta in forma grafica o descrittiva entro lunedì 6 maggio.