"Un altro appalto nella pubblica amministrazione e altri diritti che rischiano di svanire nel nulla. Stavolta, dopo il caso del Cup dell’Usl Toscana Nord Ovest, tocca a 15 lavoratrici del settore delle pulizie per la multiservizi Rekeep per il Comune di Carrara": lo sostiene Il segretario Uiltrasporti, Rolando Bellè: "L’amministrazione ha emesso una nuova...

"Un altro appalto nella pubblica amministrazione e altri diritti che rischiano di svanire nel nulla. Stavolta, dopo il caso del Cup dell’Usl Toscana Nord Ovest, tocca a 15 lavoratrici del settore delle pulizie per la multiservizi Rekeep per il Comune di Carrara": lo sostiene Il segretario Uiltrasporti, Rolando Bellè: "L’amministrazione ha emesso una nuova gara per l’assegnazione del servizio – aggiunge Rolando Bellè, segretario Uiltrasporti – che prevede le pulizie non solo a palazzo civico ma anche al museo, alla piscina, alla biblioteca e altri edifici sparsi sul territorio.

Un appalto prima in mano a Rekeep ma il nuovo capitolato se lo sarebbe aggiudicato la cooperativa Copura dell’Emilia Romagna, che fa parte del Consorzio Cns. Gara vinta con un ribasso addirittura del 60%.

Peccato che questo risparmio a tutto vantaggio delle casse del Comune sia garantito da un taglio delle ore per le lavoratrici pari al 35% rispetto al vecchio monte contrattuale.

Siamo proprio in questi minuti in Comune insieme alla Cgil per incontrare il sindaco o il vicesindaco così da trovare una soluzione e dare una risposta positiva alle lavoratrici visto che Copura avrebbe voluto firmare il contratto già domani”.

Una situazione drastica, secondo il referente Uiltrasporti, che a suo avviso rischia di tagliare non solo ore e stipendi ma di ridurre nettamente diritti acquisiti: “Copura – conclude Bellè – vorrebbe pure dare il 30% del servizio previsto dalla gara in subappalto a una cooperativa sociale di Pietrasanta con un evidente passaggio di contratto da quello multiservizi alle cooperative sociali che è nettamente svantaggioso, come ad esempio la mancata remunerazione della quattordicesima. Vogliamo risposte immediate dall’amministrazione prima di firmare il contratto con la società vincitrice del bando".