Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Per le opere pubbliche si punta al Pnrr

L’aumento dei prezzi delle materie prime ha costretto a rivedere i costi previsti per alcuni interventi, tra cui il palasport

Sara D’Amrbosio, sindaca di Altopascio
Sara D’Amrbosio, sindaca di Altopascio
Sara D’Amrbosio, sindaca di Altopascio

Il Pnrr come fonte di finanziamento per le grandi opere pubbliche di Altopascio visto l’aumento esponenziale dei costi: ad esempio per il palasport la variazione, ovviamente al rialzo, è stata di circa un milione di euro. Si stanno attrezzando i progetti per attingere i finanziamenti. Da tempo nella cittadina del Tau ci si interroga su palazzetto dello sport, connesso alla nuova scuola Media in zona Valico, via San Francesco d’Assisi ma anche sulla scuola di Badia e la riqualificazione della piazza di Spianate. Vediamo la fotografia attuale di questi attesissimi lavori pubblici che la civica amministrazione all’ombra della Smarrita ha inserito come strategici obiettivi di mandato, il secondo. Capitolo palazzetto. Atteso da decenni, con la squadra di basket costretta ad emigrare addirittura fuori Provincia, in Valdinievole, a Ponte Buggianese, dato che la palestra di via Marconi non è omologata per le partite di pallacanestro di serie C. L’aumento dei prezzi delle materie prima ha generato la necessità di partecipare al bando PNRR sull’edilizia sportiva. L’importo è infatti variato di oltre un milione.

È stato redatto il progetto esecutivo, candidato al bando del Piano Nazionale Resistenza e Resilienza. Per la nuova scuola media il progetto esecutivo è pronto, anche qui si sta lavorando parallelamente sull’aggiornamento dei prezzi e alla gara, in collaborazione con la Cuc della provincia di Lucca. Per la elementare di Badia, l’aumento dei prezzi porta a dover rifare la gara, infatti le ditte aggiudicatarie hanno rinunciato e questo comporta lo scorrimento di tutta la graduatoria prima di procedere ad un altro appalto. La prossima settimana questa operazione di scorrimento della graduatoria dovrebbe terminare.

Poi stessa procedura degli altri interventi appena descritti. Per piazza San Michele di Spianate, tra la chiesa e la primaria, la variazione di bilancio consentirà di liberare le risorse necessarie per coprire le variazioni di prezzo. Si procederà con una nuova gara. Entro fine anno inizio dei lavori con conclusione nei primi mesi del 2023. Il sindaco Sara D’Ambrosio, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Mastromei e l’ufficio competente, a partire dal responsabile, ingegner Giuliano Puccetti, sono al lavoro quotidianamente per portare a termine questi quattro grandi progetti strategici e molto attesi per il territorio di Altopascio, che consentiranno di dare al paese un nuovo volto ma soprattutto nuovi servizi e siti dove praticare sport, aggregarsi, studiare.

Massimo Stefanini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?