Alba Donati a "Sopra la Penna" di Lucignana
Alba Donati a "Sopra la Penna" di Lucignana

Valle del Serchio, 15 ottobre 2020 - Il sonnecchiare tipico dell’autunno, con l’arrivo del maltempo e delle forti perturbazioni, non sembrerebbe risparmiare neppure la piccola Lucignana e la sua libreria ‘Sopra la Penna’. Solo apparenza; qui, anche con le difficoltà data dalla pioggia e dai temporali, il fermento cova vivo sotto la cenere. E continuano a sommarsi progetti su progetti, mentre non poche sono le gratificazioni che la poetessa Alba Donati riscuote per la sua ‘creatura’ letteraria.

É di questi giorni, l’inserimento della libreria in una classifica di eccellenze, che la indica tra le venti più affascinanti d’Europa. Nella particolare lista, stilata da Sky Tg24 per la sua sezione on line ‘Lifestyle’, spiccano dei gioielli dall’incredibile potere di attrazione, non solo letterario. Tra le altre, si trovano la risto-libreria, ‘Cook & Book’ di Bruxelles, la ‘Ler Devagar’ di Lisbona, la ‘Shakespeare and Company’ fondata nel 1951 da George Whitman sulla Rive gauche di Parigi, la galleggiante ‘Word on the water’ lungo il Regent’s canal di Londra, la ‘Atlantis Books’ di Santorini, con vista sul Mar Egeo, la ‘Waanders in de Broeren’ nella cittadina olandese di Zwolle.

Per l’Italia, selezionate la libreria Acqua Alta nel sestriere veneziano di Castello, inserita dalla Bbc tra le 10 librerie più belle del mondo, la Palazzo Roberti di Bassano del Grappa e la nostra Sopra la Penna di Lucignana, nel comune di Coreglia Antelminelli.

«Un cottage letterario di 5 metri quadrati arrampicato sui monti della Garfagnana, tra gli Appennini e le Alpi Apuane - racconta la nota descrittiva sotto la foto -. La libreria Sopra la penna a Lucignana, basta appena a contenere tutti i volumi che la poetessa e proprietaria, Alba Donati, ha scelto per dare vitalità culturale al borgo lucchese. Uno chalet di legno, realizzato grazie ad un progetto di crowfunding laddove un tempo le donne lavavano i panni e coltivavano l’insalata. Oltre a trovarvi una bella scelta di titoli, qui è possibile scambiare due chiacchiere davanti a un tè o a una cioccolata calda".

La notizia ha immediatamente rivitalizzato gli internauti appassionati della Libreria e i commenti di plauso e soddisfazione si sono moltiplicati in rete. Sono arrivati anche i commenti del neo sindaco di Coreglia, Marco Remaschi, e del presidente della Fondazione Pascoli Alessandro Adami, che prospettano future collaborazioni condivise. "Onorata e commossa da tutto questo affetto - racconta Alba Donati -, e molto grata per questa bella sorpresa. L’inserimento in questa classifica, così accurata e mirata, mi riempie di orgoglio. Mi piace tanto anche la motivazione, che ne spiega perfettamente, con l’uso dell’aggettivo affascinante, l’attrattiva data dall’accoglienza e della qualità dei titoli scelti singolarmente".