Il panettone più buono. Premio per la “Stella“

Joseph Dimasi, pasticciere dello storico locale di Sant’Anna, vince il concorso. La sfida lanciata da “Noalya“ con il suo cioccolato monorigine brasiliano.

Il panettone più buono. Premio per la “Stella“
Il panettone più buono. Premio per la “Stella“

Nuovo riconoscimento per la Pasticceria Stella di Stefano Buralli: lo storico locale della via Pisana si è aggiudicato il primo premio di un concorso ideato da uno dei marchi di cioccolato più conosciuti e prestigiosi, quello di Noalya, una realtà leader del settore dall’ormai lontano 1997.

La Pasticceria Stella, insieme a una quarantina di altre attività di tutta Italia, ha partecipato all’ultimo concorso che si è svolto nei saloni di Scuola Tessieri a Ponsacco, i cui risultati sono stati resi noti in settimana. Per l’attività lucchese è arrivato il primo premio grazie alla realizzazione di un panettone a lievitazione naturale con pasta di nocciole e nocciole pralinate raffinate artigianalmente e con cioccolato monorigine brasiliano fornito dalla stessa Noalya. A completamento del panettone da un chilo, anche una glassa di cremino con copertura di cioccolato fondente. Una produzione davvero da far leccare i baffi e che i giudici hanno riconosciuto come la migliore.

Alla pasticceria, come riconoscimento della vittoria, sono andati 50 chili di cioccolato da lavorare e un corso di specializzazione sull’uso del cioccolato per il pasticciere che ha prodotto la leccornia. "Era la prima volta che partecipavamo – spiega Joseph Dimasi, il pasticciere della Stella, creatore del panettone – sono davvero felice per questa vittoria che è il riconoscimento del lavoro e dei sacrifici fatti".

Il cioccolato Noalya proviene dalle coltivazioni di proprietà di Alessio Tessieri. I suoi monorigine hanno caratteristiche ben delineate e si può scegliere come

impreziosire il grande lievitato con cioccolato dai sapori di frutta esotica o di frutta rossa matura, oppure di spezie e legno tropicale, di tabacco, di vaniglia.

I panettoni presentati al concorso erano 27 e sono stati ridotti a 7 da una prima giuria composta dai docenti interni alla Scuola Tessieri, diretti dal responsabile Mario Ragona.

"Un vero e proprio evento questo Panettone al Cioccolato Day – spiegano gli organizzatori – dove a vincere è stata una versione classica con profumi del cioccolato monorigine Noalya Venezuela ben delineati e altrettanto ben amalgamati con il lievitato. Un vero capolavoro proveniente da Lucca".