Francesco Marinari

Twitter: @framar1977

Livorno, 19 maggio 2015 - Siena avanza nei playoff di serie B, Livorno chiude qui la sua avventura al termine di una stagione comunque onorata fino in fondo. Questo il verdetto del PalaMacchia di Livorno, dove in un martedì 19 maggio molto caldo dal punto di vista climatico si è giocata gara tre delle semifinali nel girone B. Niente da fare dunque per i labronici, pur di fronte a un palazzo quasi al completo con una ottima presenza arrivata da Siena. Si partiva dal 2-0 per i senesi e il 3-0 ha dunque chiuso qui i conti. Coreografia con cartoncini bianchi e amaranto per i tifosi di casa, che mostrano di nuovo la passione mai sopita in questi anni senza basket di vertice. 

Una bella serata di basket che per Livorno si tramuta subito in incubo. Parziali impietosi sul pronti-via: Siena scappa e va velocemente in doppia cifra aggredendo psicologicamente la partita. Livorno subisce il contraccolpo, forse anche forse per la pressione di fronte a così tanti tifosi labronici. Siena arriva addirittura allo 0-16 e Livorno deve attendere il settimo minuto per mettere dentro i suoi primi due punti della gara.

Con una partenza ad handicap del genere sarebbe dura per chiunque. Mario Gigena cerca di mettere sul parquet la sua esperienza e guidare la squadra per rialzarsi. Ma Siena è implacabile: un gioco tutto campo che Livorno soffre moltissimo. Tanta transizione aggressiva per il quintetto di Mecacci, che chiede ai suoi di mettere il sigillo dopo il 2-0 nella serie maturato nelle due gare giocate a Siena

Livorno si rimette in carreggiata nel secondo quarto, quando Siena rallenta leggermente e i labronici si ritrovano sotto di 11, 17-28: un mezzo miracolo visto come si era messa la gara. Ma è qui che forse il Don Bosco CFG non riesce ad azzannare il match come dovrebbe e tornare sotto. Occasione sprecata perché al rientro Siena mostra un attacco ancora ben oliato con Parente, Ranuzzi e Paci che raggiungono in breve la doppia cifra. Il resto è tempo-spazzatura, visto che Siena riesce a mantenere sempre almeno una ventina di punti tra sé e i labronici. Per la CFG una stagione certo non da buttare, anzi. Ha dimostrato comunque di saper giocare le sue carte anche in post season, al netto dell'infortunio di questo match da dimenticare. Per Siena la strada verso una nuova era nel basket che conta è invece appena iniziata. I suoi playoff continuano e saranno, dal punto di vista meteo e cestistico, comunque caldissimi.