La copertina del libro di Marco Pannella

Livorno, 6 maggio 2017 - A quasi un anno dalla morte (il primo anniversario sarà il 19 maggio) anche a Livorno viene ricordato Marco Pannnella con due iniziative previste per lunedì 8 maggio. Si tratta di una doppia presentazione del libro del leader storico del Partito radicale  "Una libertà felice. la mia vita", autobiografia raccolta da Matteo Angioli proprio negli ultimi mesi di vita di Pannella.

Il primo appuntamento, dal forte valore simbolico, sarà alle 14 nel carcere delle Sughere, ricordando insieme ai detenuti l'impegno di Pannella per migliorare le condizioni di chi è recluso o lavora nelle strutture penitenziarie. Il secondo, aperto al pubblico, è fissato per le 17.30 alla Libreria Belforte, in via Roma 69. Saranno presenti Andrea Raspanti, consigliere comunale ("Futuro!"), Rita Bernardini, coordinatrice della presidenza del Partito Radicale transnazionale; Alessandra Impallazzo (giornalista di Radio Radicale) e Matteo Angioli, curatore del libro.

In realtà, Pannella non aveva mai voluto scrivere un libro su di sé, ma è proprio Angioli che spiega il perché di questa pubblicazione:  “Un giorno ha smesso di sentirsi immortale, ha avvertito che la battaglia, la sua battaglia, poteva concludersi presto. D'un tratto, però, si è trovato anche al cospetto del passato e deve aver cominciato a osservarlo, come forse non aveva mai fatto prima. Eccolo, dunque, il suo libro. Ecco il senso delle pagine che abbiamo costruito con lui, parola più aggettivo meno, sensazione dopo sensazione, giornata dopo giornata. Non è stato facile, ma è stato meraviglioso”.