Un’immagine dell’anteprima della festa Arcobaleno dello scorso anno in piazza Santa Croce
Un’immagine dell’anteprima della festa Arcobaleno dello scorso anno in piazza Santa Croce

Firenze, 11 giugno 2021 - Un Arcobaleno tra le stelle. La festa – che lancia la stagione estiva della Toscana ed è promossa da La Nazione e la Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana – è giunta ormai alla sua nona edizione. Una rassegna che, nel solco degli anni scorsi, ha l’ambizione di far conoscere ai toscani e ai visitatori consapevoli da tutta Italia e oltre i confini, la variegata offerta turistica della nostra regione. Ma cosa c’entrano le stelle con l’Arcobaleno d’Estate? Il riferimento dantesco a "rivederle" è chiaro ed è il filo conduttore anche di questa bella stagione a distanza di 700 anni dalla morte del sommo poeta. E se il refrain della Regione Toscana per questo attesa estate della ripartenza è ‘Rinascimento senza fine’, la rassegna dell’Arcobaleno 2021 corre sugli stessi binari della meraviglia. Quella che ogni angolo della Toscana sa regalare al visitatore che si approcci con curiosità e voglia di emozionarsi.

Sarà Dante allora a sancire il via della quattro giorni a cavallo del solstizio d’estate, un weekend allungato il prossimo, ovvero da venerdì 18 a lunedì 21 giugno. Proprio da Palazzo della Lana, sede della Società Dantesca, inizierà dunque ufficialmente la kermesse. Il primo evento fiorentino sarà all’insegna della cultura, ma anche del gusto con le realizzazioni stellate a cura dei ristoratori Confcommercio e del circuito di Vetrina Toscana. Chef, ristoratori e sommelier allieteranno il taglio del nastro della manifestazione nella splendida terrazza dell’istituzione fiorentina sotto l’attenta regia di Confcommercio. Nei prossimi giorni sveleremo ogni dettaglio per partecipare. Sabato 19 invece, in piazza Duomo a San Gimignano, concerto di musica lirica a partire dalle 21 per continuare in musica la kermesse.

Il programma Arcobaleno proseguirà poi sotto le Alpi Apuane al Museo Carmi di Villa Fabbricotti a Carrara con un appuntamento culturale unico. Una serie di visite guidate dedicate alla bellissima mostra ’Goya, Boucher, Ricci, Batoni e i maestri del ‘700 nelle città del Cybei’, a cura di Marco Ciampolini, che resterà nelle sue sale fino al 10 ottobre. Si tratta di un’esposizione sulla figura di Giovanni Antonio Cybei (Carrara 1706-1784) – scultore, abate, praticante di pittura e primo direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara – a cui potranno prendere parte gratuitamente dieci toscani che invieranno per primi una mail all’indirizzo email cronaca.carrara@lanazione.net

Sempre nella stupenda location della villa vi sarà un momento istituzionale conviviale, a cura dell’amministrazione comunale apuana, per celebrare la prima volta della festa Arcobaleno a Carrara. Lo stesso giorno, all’estremità opposta della costa toscana, a Porto Santo Stefano, prenderà vita un tardo pomeriggio all’insegna della storia e del gusto. Si partirà alle 18 con una passeggiata nel tempo fino alla fortezza spagnola e poi ci sarà un gustoso momento legato al ’food’ a chilometro ridotto per chiudere con un concerto d’archi di rara atmosfera.

L’atto finale a Pisa. Nel pomeriggio di lunedi 21, esclusiva visita con le guide di Confcommercio al camposanto monumentale di piazza dei Miracoli. Anche i pisani e toscani potranno partecipare gratuitamente all’iniziativa: i primi lettori che invieranno una mail a cronaca.pisa@lanazione.net avranno questa possibilità. A seguire, aperitivo con vista sua Torre al ‘3.9 Tower Panoramic Cafè’, che chiuderà la festa Arcobaleno e darà ufficialmente il via all’estate toscana.