Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
23 mag 2022

Amian è reattivo, Verde ’Aquilotto reale’

Manaj si danna per segnare ma non ci riesce, Provedel incolpevole sui gol, Erlic osannato dai tifosi sfiora di un nulla il gol

23 mag 2022
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella
Neppure la gioia del gol della bandiera per lo Spezia, con il colpo di testa di Salcedo parato dal subentrato portiere Marfella

PROVEDEL 6: prodezza su Elmas, nulla può sulle conclusioni a botta sicura di Politano e Zielinski. Diecimila tifosi in piedi ad applaudirlo quando Motta lo richiama in panchina (62’ ZOVKO 6: esordio convincente).

AMIAN 6,5: viene fuori alla distanza mettendo in mostra doti di reattività e intraprendenza: superlativo il suo recupero su Osimhen lanciato a rete.

ERLIC 6: premiato prima del via da Robert e Philip Platek, celebrato con le osanne dell’intero ‘Picco’ alla sua uscita dal campo, il buon Martin cerca fortuna nell’area avversaria, sfiorando di un nulla il gol. Non impeccabile in fase difensiva (80’ BERTOLA 6: si cala nella lotta).

NIKOLAOU 5,5: un cuore aquilotto che, pur faticando non poco nella fase iniziale del match, si conferma tenace e combattivo fino all’ultima stilla di sudore.

FERRER 6: un ‘soldatino’ che mette cuore e coraggio nelle difficoltà. Sulle prime fatica a rodare, salvo poi prendere le distanze ai dirimpettai.

MAGGIORE 6: gara di sostanza più che di tecnica. Non si sa se sarà la sua ultima al ‘Picco’ con la maglia bianca, di sicuro l’ovazione che il popolo bianco gli tributa al momento della sua sostituzione resterà nell’album dei suoi ricordi più belli (72’ NGUIAMBA 6: prestazione improntata sull’agonismo).

KIWIOR 5: il cambio di passo di Politano ne mette in crisi le velleità difensive in occasione del primo gol napoletano. Non efficace anche in occasione dei gol di Zielinski e Demme.

ANTISTE 5: paga dazio sul piano della fisicità, da un suo errore difensivo nasce il gol del due a zero campano (62’ KOVALENKO 6: la sua ultima al ‘Picco’ con la voglia di ben figurare).

AGUDELO 5,5: qualche accelerazione e un assolo con fendente da dimenticare, abbondantemente a lato (72’ SALCEDO 6: vivacità e intraprendenza, va vicino alla rete prima con una conclusione deviata in angolo, poi con un colpo di testa respinto prodigiosamente da Marfella).

VERDE 6,5: una partita speciale per il napoletano doc, premiato prima del via come ‘Aquilotto reale’. L’attaccante, per l’occasione con la barba bianca, offre a Kiwior uno splendido assist, ma il polacco non capitalizza al meglio. Poco dopo si ripete con due passaggi calibrati a Manaj.

MANAJ 6: realizza un gol splendido di testa, annullato per fuorigioco. Si danna per segnare il gol della bandiera, ma un po’ per merito dei possenti centrali azzurri, un po’ per difetti di mira, un po’ per sfortuna (la traversa), non va al bersaglio.

ALL. MOTTA 6,5: contro un avversario nettamente più forte, il suo Spezia mette in campo l’orgoglio fino alla fine. Il tecnico riceve la standing-ovation del ‘Picco’ al suo ingresso, da lacrime agli occhi il suo omaggio ai tifosi sotto la Ferrovia che lo acclama: "Thiago, Thiago!".

ARBITRO MARCHETTI 6-: sorvola su un fallo nettissimo ai danni di Verde al limite dell’area. Eccessiva l’ammonizione comminata a Manaj.

Fabio Bernardini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?