Taglia 148 alberi in area tutelata, imprenditore denunciato dai carabinieri

A Varese Ligure i militari forestali sequestrano 400 quintali di legname accatastato in un'area di deposito

Il legname sequestrato dai carabinieri forestali

Il legname sequestrato dai carabinieri forestali

Varese Ligure, 3 ottobre 2023 - I carabinieri forestali hanno sequestrato oltre 400 quintali di legname accatastato in un’area di deposito, derivato dal taglio abusivo di un bosco di alto fusto di cerro effettuato in località La Macchia, nel Comune di Varese Ligure.

Al termine di un’attività di indagine per contrastare il disboscamento illegale, è emerso che la ditta ha realizzato una pista di esbosco ed effettuato il taglio di 148 piante su una superficie di circa 10.000 metri quadrati in un'area tutelata paesaggisticamente, senza alcuna delle previste autorizzazioni. Per le violazioni accertate la ditta è stata sanzionata amministrativamente per un importo complessivo di oltre 5.000 euro ed il titolare è stato anche denunciato per violazione paesaggistica relativamente al taglio abusivo ed al testo unico edilizia relativamente alla pista d’esbosco non autorizzata.

I militari hanno anche accertato che il legname depositato nel piazzale è stato commercializzato dalla stessa ditta (iscritta al registro imprese legno per l’annualità 2023) come legna da ardere, pertanto il titolare è stato denunciato per violazione al 'regolamento eutr' che punisce la vendita di legname proveniente da disboscamento illegale.

La stessa ditta, nei mesi scorsi, era stata già sanzionata per non aver dimostrato di avere posto in essere le procedure del sistema di 'dovuta diligenza' previste sempre da quello stesso regolamento e per la realizzazione di un altra pista di esbosco non autorizzata in località Campanile del Comune di Varese Ligure, dove era stato eseguito un taglio di bosco ceduo misto per un quantitativo complessivo di 3.781 quintali.

Marco Magi