Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
23 mag 2022

Tafferugli all’esterno della Cittadella

Il racconto di uno dei volontari che ha aperto le porte ai supporter in fuga

23 mag 2022
Tifosi asserragliati alla Cittadella
Tifosi asserragliati alla Cittadella
Tifosi asserragliati alla Cittadella
Tifosi asserragliati alla Cittadella
Tifosi asserragliati alla Cittadella
Tifosi asserragliati alla Cittadella

Il complesso della ’Cittadella pace’ della Caritas, anche in occasione dei disordini del dopo partita Spezia-Napoli, ha confermato la sua vocazione di centro di accoglienza, di presidio della solidarietà dove chi chiede soccorso trova porta aperte e conforto. E’ accaduto nel pieno dei tafferugli che hanno avuto luogo proprio nei pressi del complesso, all’incrocio fra via dei Pioppi e via 15 Giugno, là dove è confluito un gruppo di tifosi napoletani a piedi e anche all’interno di alcuni furgoni. Erano per lo più vestiti di nero. Da viale Amendola, secondo le prime ricostruzioni, è arrivato un gruppetto di spezzini, altri erano casualmente lì, alle ’porte’ del cantiere di Pegazzano, sulla via di casa.

Sono volati gli sfottò. E anche di peggio. Compresa la bomba carta con la quale è rimasto ferito un tifoso del Napoli, un giovane di una ventina d’anni, residente a Salerno. Che l’avesse con sém o che l’abbia raccolta sulla strada per rilanciarla, ha compiuto un azzardo che gli è costato caro: lo spappolamento di una mano. "Ho sentito il botto... è stato forte, impressionante", dice uno dei volontari in servizio all’ingresso della Cittadella. "C’era molta tensione. Ho visto un uomo sulla sessantina, spezzino, con le mani alla testa dolorante. Penso che sia stato colpito ma non ho visto come e da chi. Ho visto bene in faccia, invece, alcune persone smarrite, terrorizzate. Loro non c’entravano nulla con i disordini...". Cosa è accaduto a quel punto?

" La grata dell’ingresso della Cittadella era chiusa ma è stato spontaneo aprirla. Ce lo ha chiesto la stessa polizia. Abbiamo poi capito che tre persone erano tifosi del Napoli, altre due tifosi dello Spezia. Nessuna tensione tra loro, rispetto e paura reciproca per quello che stava succedendo fuori".

Cosa?

"Oltre ai botti generati da petardi e bombe carta anche danneggiamenti alle auto. Non so bene con quale strumento. Ma visti i vetri rotti deve essere stato qualcosa di pesante".

Come hanno reagito gli ospiti della Cittadella?

"Anche loro si sono rivelati premurosi..."

Questione di esempi recepiti.

Corrado Ricci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?