Guardia di finanza (Foto di repertorio)
Guardia di finanza (Foto di repertorio)

La Spezia, 12 agosto 2020 -  Quasi 138mila articoli con marchi falsi sequestrati, 6 persone e 4 società segnalate all'autorità giudiziaria per reati connessi alla tutela del ''made in Italy'': sono i numeri della maxi operazione ''Richiamo Italiano'' condotta nell'ultimo anno dai funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli della Spezia, in collaborazione con i militari del Gruppo della Guardia di Finanza della Spezia, al porto mercantile. Ad aprile, in prossimità delle festività pasquali, è stata sequestrata una spedizione di prodotti dolciari provenienti dalla Polonia: 105.126 uova e ovetti di cioccolata per oltre 1,3 tonnellate di cioccolato, contenuti in 3.540 confezioni, recanti illecitamente il marchio di una nota azienda dolciaria partenopea. Successivamente, è stato fermato un container proveniente dall'entroterra toscano contenente merci destinate in Canada, paese che prevede agevolazioni daziarie all'importazione per i manufatti di origine italiana. Grazie anche alla collaborazione con gli organi doganali di altri Stati, si è proceduto al sequestro di 1.016 vassoi, recanti la falsa indicazione ''Made in Italy'' e 2.855 capi d'abbigliamento femminili - riportanti il Giglio, logo del Comune di Firenze, contraffatto - merci che erano state in realtà prodotte in Turchia e Portogallo.