Alcuni interpreti del Festival. Nella foto grande il violinista Oleksandr Pushkarenko e, sotto, Flavia Napolitano
Alcuni interpreti del Festival. Nella foto grande il violinista Oleksandr Pushkarenko e, sotto, Flavia Napolitano
Una versione leggermente ridotta, ma un programma che concentra, in quattordici giorni, ben undici concerti. Il Festival Paganiniano di Carro, edizione numero 19, a cura della Società dei Concerti dal 1° agosto, sabato, al 14, inaugura a Carro, nella piazza della Chiesa con un duo violino e pianoforte formato da Domenico Nordio e Orazio Sciortino, e prosegue con vari artisti, tra cui la...

Una versione leggermente ridotta, ma un programma che concentra, in quattordici giorni, ben undici concerti. Il Festival Paganiniano di Carro, edizione numero 19, a cura della Società dei Concerti dal 1° agosto, sabato, al 14, inaugura a Carro, nella piazza della Chiesa con un duo violino e pianoforte formato da Domenico Nordio e Orazio Sciortino, e prosegue con vari artisti, tra cui la violinista Flavia Napolitano, (il 4 agosto nel sagrato della chiesa di Ponzò, con la pianista Valentina Messa), il violinista Oleksandr Pushkarenko (il 12 agosto a Ponzano Superiore, insieme al pianista Christian Pastorino), l’Atos trio (il 14 agosto in piazza della Chiesa a Carro, con Annette von Hehn, Stefan Heinermeyer e Thomas Hoppe), il duo violino e chitarra con Marco Fornaciari e Domenico Lafasciano (ad Airola, ‘Quel diabolico Paganini!’), preceduto dalla conferenza ‘Paganini ed il suo amore per la chitarra nella musica da camera’, a Carro (a casa Paganini) sempre il 5 agosto. Ricordiamo comunque il recital del violinista Andrea Cardinale ‘L’anima dei Capricci nel mondo di Paganini’ il 2 agosto al castello Malaspina di Calice al Cornoviglio, Notesinduo con Pietro Tagliaferri (clarinetto) e Francesco Attesti (pianoforte) l’8 agosto in piazza della Pace a Santo Stefano, il concerto teatrale ‘Paganini: la vita minima e la meraviglia’ in un testo di Andrea Nicolini, il 10 agosto, nel salone della Compagnia di Varese ‘An die unsterbliche (All’immortale amata)’, con Stefania Carrara e Fabio De Rosa (flauti), Emanuele Delucchi (pianoforte) e Francesca Manfrin (letture), l’11 agosto nel chiostro del Museo diocesano di Brugnato il recital del pianista Nicolò Ricci, e il 13 agosto, nella stessa sala varesina, ‘Sopra le stelle’, due eventi con Valentina Messa e Emanuele Delucchi al piano, e Francesca Manfrin alle letture. Prenotazione via mail a info@sdclaspezia.it entro le 24 del giorno che precede lo spettacolo (info 351 -6281806). L’abbonamento alla manifestazione costa 40 euro.

Marco Magi