Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
30 apr 2021

Verona-Spezia, la carica di Italiano: "Voglio il furore agonistico alle stelle"

Aquilotti in campo il 1° maggio al Bentegodi. Farias non parte, Nzola si deve sbloccare. Arbitra l'aretino Volpi

30 apr 2021
Spezia's Italian coach Vincenzo Italiano gestures during the Italian Serie A soccer match Spezia Calcio vs Fc Inter at Alberto Picco stadium in La Spezia, Italy, 21 April 2021
ANSA/SIMONE ARVEDA
Vincenzo Italiano (Ansa)
Spezia's Italian coach Vincenzo Italiano gestures during the Italian Serie A soccer match Spezia Calcio vs Fc Inter at Alberto Picco stadium in La Spezia, Italy, 21 April 2021
ANSA/SIMONE ARVEDA
Vincenzo Italiano (Ansa)

Verona, 30 aprile 2021 - “Le partite non si preparano per pareggiare, ma sempre al meglio”. Vincenzo Italiano, pur consapevole del vantaggio che ha sulle dirette concorrenti alla salvezza, non è intenzionato a raggranellare punti e a snaturare la sua filosofia per la gara che attende lo Spezia domani pomeriggio, 1° maggio, alle 15 al Bentegodi contro il Verona. “I veneti no stanno attraversando un buon periodo dal punto di vista dei risultati, ma ho visto le loro ultime prestazioni ed è una squadra che manda molti giocatori in zona gol. Dovremo affrontarli col furore agonistico alle stelle, è una partita tanto importante quanto difficile”. Mancano cinque partite alla fine della stagione. “Un minitorneo nel quale dovremo esser bravi a conservare il piccolo vantaggio che abbiamo”. Uno sguardo ai suoi ragazzi. “Non penso che lo Spezia stia subendo una flessione in zona gol, anche nell'ultimo match abbiamo creato i presupposti per essere pericolosi, nel primo tempo in svariate occasioni, potevamo fare male al Genoa. Nella rifinitura, nell'ultimo passaggio dovremo essere più qualitativi”. Poi il nodo Nzola, a secco da gennaio. “È un giocatore importante, che è stato due mesi fuori per un infortunio e ora abbiamo bisogno dei suoi gol, così come della sua qualità e della sua velocità. Si sta sacrificando molto, ma sarebbe fondamentale trovasse il gol, lo aiuterebbe a sbloccarsi a livello mentale”.

FORMAZIONE

Con Farias che rimane a casa per un leggero affaticamento insieme all'infortunato Mattiello, sono 26 i convocati da Italiano per la gara di domani. Dunque i portieri Zoet, Rafael e Provedel, i difensori Marchizza, Terzi, Bastoni, Ferrer, Chabot, Erlic, Ismajli, Dell'Orco e Vignali, i centrocampisti Acampora, Ricci, Agoume, Estevez, Maggiore, Pobega e Leo Sena, e gli attaccanti Galabinov, Gyasi, Nzola, Verde, Agudelo e Piccoli. Tanti i ballottaggi, ma il tecnico dovrebbe puntare ancora su Nzola al centro dell'attacco, seppur Agudelo scalpiti e potrebbe trovare spazio sulla destra, con l'innesto di Saponara a sinistra. Ma Gyasi e Verde sono pronti. Grande bagarre anche a centrocampo e in difesa.

ARBITRO

Sarà Manuel Volpi della sezione di Arezzo a dirigere la sfida valida per il 34° turno di campionato. Gli assistenti saranno Valerio Colarossi della sezione di Roma 2 e Gamal Mokhtar di Lecco; quarto uomo Daniele Orsato di Schio, al Var, Daniele Doveri di Roma 1, Avar, Fabiano Preti di Mantova.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?