Italiano durante Spezia-Parma
Italiano durante Spezia-Parma

La Spezia, 27 febbraio 2021 - Tira un sospiro di sollievo Vincenzo Italiano a fine gara.

Un punto che permette allo Spezia di muovere la classifica e tenere a distanza il Parma.

“Siamo partiti come avevamo finito il secondo tempo a Firenze – afferma il tecnico - , ovvero 'addormentati'. La palla non viaggiava veloce e abbiamo concesso due gol evitabilissimi, in particolare il secondo dove abbiamo concesso una grossa ingenuità sulla palla inattiva. Poi nella ripresa, con grande determinazione e uno spirito battagliero siamo riusciti a rimettere in sesto la gara; devo dire 'bravi' ai miei ragazzi. Tutto sommato il risultato è giusto: è vero con un po' più di lucidità sotto porta potevano fare anche il 3-2, però va anche detto che loro hanno avuto un paio di ripartenze in cui ci potevano fare molto male”.

Il problema è affrontare le squadre, per così dire 'piccole'?

“Non so, con le squadre titolate forse assumiamo un atteggiamento diverso, che è dato dal fatto che, essendoci molto superiori, ci costringono ad interpretare la gara in un altro modo. In questo caso eravamo noi a dover interpretare la partita e gestire la palla, e così forse concediamo qualche situazione in cui non riusciamo a rimediare”.

Ora in attacco c'è tanta scelta. E poi è rientrato anche Nzola.

“Non possono ovviamente essere schierati tutti, ma ci sarà spazio per ognuno di loro. Ci fa piacere che Mbala sia entrato bene, ha dato anche lui una scossa alla partita”.

Nel prossimo turno la trasferta a Torino contro la Juventus, che partita sarà?

“Cercheremo di metterla in difficoltà, vediamo cosa riusciremo a fare. Una gara difficilissima contro una grande squadra, ma per noi sono praticamente tutte così”.