Il dg Guido Angelozzi
Il dg Guido Angelozzi

La Spezia, 20 agosto 2018 - ''Sono soddisfatto del lavoro fatto. Galabinov è sempre stata la nostra prima scelta. E' uno Spezia in crescita''. Un sorridente Guido Angelozzi ha presentato con orgoglio e soddisfazione le dinamiche del mercato aquilotto, con gli arrivi di alcuni giocatori di prima fascia che hanno fatto crescere il livello della squadra.

Direttore, un gran colpo l'ingaggio di Galabinov?
''Non è stato facile arruolarlo nella nostra squadra perché il giocatore sarebbe voluto restare a giocare in Serie A. Sono andato a Genova in più di un'occasione per illustrargli il nostro progetto e alla fine, con pazienza, siamo riusciti a portarlo con noi. Grazie a Volpi che mi ha concesso di poter effettuare l'operazione''.

Da Cruz?
''E' mancata la firma del Parma''.

Ci saranno altri movimenti in entrata?
''Siamo quasi a posto, vedremo. Io e il mister siamo già molto soddisfatti''.

Uno Spezia da play-off?
''Un complesso in crescita. Avevo detto che bisognava migliorare e gettare le basi per un programma triennale in grado di consentirci di andare in Serie A. Per questo ci sono state quindici uscite e dodici entrate. Bartolomei e Galabinov hanno tre anni di contratto, Bidaoui e Crivello due, Lamanna ha voluto un anno. Abbiamo solo quattro giocatori in prestito: Crimi, Erlic, Capradossi e Pierini. Si sta creando uno zoccolo duro, anche con la conferma di giocatori importanti dello scorso campionato. Abbiamo, in aggiunta, rinnovato il contratto a Okereke per quattro anni''.

Maggiore?
''Non ci sono arrivate proposte degne del valore del giocatore. Abbiamo preferito tenerlo: credo nell'orgoglio del giocatore e dei procuratori, sperando si possa trovare una soluzione. Per noi è un giocatore importante: se avrà la volontà di restare nello Spezia, lo abbracceremo''.

Un eventuale nuovo ingresso in attacco è condizionato alla cessione di Granoche?
''No, abbiamo la forza di fare un altro investimento indipendentemente dalla cessione dell'uruguiano. Se facciamo delle scelte noi le portiamo a termine''.

I giocatori che non rientrano nei programmi tecnici?
''Fino al 25 agosto potranno accasarsi in Serie C. Se non andranno via si alleneranno a Follo. Dal mercato abbiamo incassato e possiamo permetterci di pagare questi giocatori. C'è una serenità totale da parte nostra''.

I giovani?
''Il nuovo responsabile è qui da poco tempo. Stiamo cambiando, ci vuole tempo. Verranno fatti investimenti anche nel settore, per noi molto importante''.

Il match con il Venezia?
''E' un inizio difficile, però siamo fiduciosi''.