Vincenzo Italiano a Torino (Ansa)
Vincenzo Italiano a Torino (Ansa)

La Spezia, 17 gennaio 2021 – “È stata una partita di sofferenza, ma abbiamo avuto anche le nostre occasioni, abbiamo avuto una palla clamorosa con Marchizza che potevamo sfruttare meglio, ma alla fine va bene così, vedere tanto sacrificio è una delle soddisfazioni più grandi. Stiamo comprendendo che anche in dieci uomini siamo capaci di saper portare a casa il risultato”. Mister Vincenzo Italiano commenta così a fine partita il pari d’oro conquistato dalle Aquile a Torino. Il tecnico non nasconde la propria soddisfazione per il risultato che porta a 18 il bottino di punti conquistato dai bianchi in altrettante partite: “Aggiungiamo un altro risultato positivo, un punto d’oro che dà grande stima e consapevolezza. Diciotto punti in diciotto giornate? In tutta sincerità non ce lo immaginavamo: siamo partiti in ritardo, con tanti esordienti e tanti giocatori nuovi, ritrovarci in questa zona era qualcosa di impensabile. I punti che abbiamo ce li siamo meritati, ce li godiamo sapendo però che è ancora lunga” afferma il tecnico siciliano, che non manca di sottolineare il proprio disappunto per l’espulsione prematura di Vignali ed esalta la compattezza del gruppo. “Vignali ha chiesto scusa a tutta la squadra, ed è partito un applauso generale del gruppo: mi vengono i brividi, perché questo è lo spirito. Si parla di tattica, organizzazione, ma se non hai un gruppo unito tutto il resto viene vanificato. Se perdi 5 a 0 ti arrabbi e magari gli dici qualcosina che non gli può far piacere, se finisce 0-0 il mister è un po’ più tranquillo e la risolve in maniera diversa. Non puoi fare un’entrata del genere sapendo che puoi rischiare grosso e mettere in difficoltà la squadra, queste cose non devono più succedere”. Tra i protagonisti della sfida di Torino, i baby Agoumé e Piccoli, autori di una partita di grande qualità e anche di molta sostanza. “Stasera l’asse centrale della squadra era formata da ragazzini – dice il tecnico – ma sono contento per loro perché queste sono partite importanti”. Sono proprio i due giovani a parlare a fine partita. Per Lucien Agoumé “questo punto è come una vittoria per noi. Abbiamo dimostrato grande forza mentale, che ci ha consentito di tenere fino alla fine e di conquistare un punto importante contro una diretta avversaria”. Altra partita convincente anche per Roberto Piccoli: “Sono soddisfatto, abbiamo fatto una grande partita. L’occasione? Pensavo di aver fatto gol, ha fatto una grande parata Sirigu. In inferiorità numerica abbiamo dimostrato solidità, questo punto è davvero oro per noi”.

Matteo Marcello