Foggia-Spezia (foto LaPresse)
Foggia-Spezia (foto LaPresse)

Foggia, 6 aprile 2019 – Perde lo Spezia allo Zaccheria di Foggia. Lo fa con la rete di Iemmello, un ex aquilotto, ma recriminando giustamente per un rigore non concesso e una rete annullata ad Okereke.

Dall'inizio mister Marino sceglie l'attacco veloce composto da Okereke, Da Cruz e Gyasi, mentre dall'altra parte Grassadonia si affida al duo Mazzeo-Galano.

In avvio tanti gli errori da entrambe le parti e così il primo tiro in porta arriva al 16', con Angelli, da trenta metri, con pallone oltre la traversa. Bella azione di Da Cruz che poi scambia con Da Cruz, ma salva Martinelli togliendo la palla davanti all'olandese pronto a calciare (29'). Spreca invece in contropiede per la troppa fretta Gerbo, dopo una quarantina di metri palla al piede, al 30', in una situazione 4 contro 4. Bravo Gyasi a seguire in area Kragl e a chiudere l'occasione su lancio di Zambelli (43'). Ci mette le braccia Lamanna al 45' per deviare in corner la punizione da una quarantina di metri di Kragl. Poi, prima dello scadere su assist dalla sinistra di Gerbo, sfugge Mazzeo alla marcatura di Capradossi, ma devia il pallone sul fondo.

Dopo l'intervallo rientrano in campo gli stessi 22 e dopo 2' rischia tanto lo Spezia, ma Lamanna compie un miracolo sul tiro ravvicinato di Deli, perso da Maggiore. Finalmente si fa vedere lo Spezia all'8': spunto di Gyasi che cede a Maggiore, la cui conclusione viene respinta da Leali. Sulla punizione di Kragl dalla destra al 12', la deviazione di testa di Vignali per poco non manda la palla all'angolino alla sinistra di Lamanna. Dopo la conclusione dalla lunga distanza di Kragl finita alta al 24', s'intende bene Mazzeo, che prolunga di testa per Iemmello, il cui tiro a tu per tu con Lamanna, finisce alto (25'). Momento di pressione dello Spezia. Al 35' sulla punizione di Bartolomei sfiora Billong devia Ligi quasi involontariamente, poi tocca anche Martinelli, ma Leali devia d'istinto sulla traversa e in corner. Sugli sviluppi di un cross dalla destra di Da Cruz e appoggio di testa di Maggiore, Okereke la scaglia in porta, ma l'arbitro l'annulla per posizione di fuorigioco del nigeriano (36') che però è dietro al compagno. Va in vantaggio il Foggia al 39' con Iemmello che sfila dietro a Capradossi e infila dopo il cross di Gerbo. È l'1-0.

Passano due minuti e giustamente protestano per un fallo di mano di Martinelli su tiro di Da Cruz dalla destra (che stava andando fuori), poi Leali si tuffa e la toglie da Okereke a pronto a battere a rete. Lo Spezia va alla ricerca del pari e dall'altra parte il gran rasoterra di Iemmello, va vicino al palo alla sinistra di Lamanna che controlla.

Il tabellino:

Foggia-Spezia 1-0 (pt 0-0)

FOGGIA (3-5-2): Leali; Martinelli, Billong, Ranieri; Zambelli (36' st Cecerelli), Gerbo, Agnelli (20' st Busellato), Deli, Kragl; Galano (11' st Iemmello), Mazzeo. A disp. Noppert, Loiacono, Arena, Ngawa, Chiaretti, Boldor, Matarese. All. Grassadonia.

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Capradossi, Ligi, Crivello; Bartolomei, Ricci (40' st Galabinov), Maggiore (40' st De Francesco); Gyasi (31' st Pierini), Okereke, Da Cruz. A disp. Manfredini, Barone, Brero, Augello, Terzi, De Col, Figoli, Abdullahi, D'Eramo. All. Marino.

Arbitro: Pillitteri di Palermo (Sechi di Sassari e Bercigli di Valdarno; quarto uomo Fourneau di Roma 1).

Marcatore: 39' st Iemmello.

Note: spettatori paganti 10mila circa. Ammoniti Zambelli, Ricci, Gyasi, Maggiore, Ligi, Ranieri. Tiri in porta 5-1. Tiri fuori 7-1. In fuorigioco 2-1. Angoli 8-4. Recuperi 0' pt e 5' st.