La disperazione di Pasquale Marino
La disperazione di Pasquale Marino

La Spezia, 17 maggio 2019 - Va fuori dai playoff ai preliminari lo Spezia, che cede 2-1 in casa col Cittadella. Nel segno di Moncini autore di una doppietta ed in mezzo il gol del pareggio di Maggiore (risultato che sarebbe bastato agli spezzini per passare, seppur al termine degli eventuali supplementari).

Per la quinta volta consecutiva dunque gli aquilotti abbandonano gli spareggi e la possibilità di sognare la Serie A. Sarà il Cittadella ad affrontare nella doppia sfida di semifinale il Benevento.

Marino decide di lasciare in panchina Bartolomei e gli preferisce Maggiore e stessa cosa capita in attacco per Gyasi al posto di Da Cruz, invertendo Okereke. Dall'altra parte Venturato non schiera Schenetti e così è Panico a piazzarsi dietro alle due punte Moncini e Finotto.

Partono forte entrambe le squadre e la girata di Finotto viene deviata e finisce in corner al 6'. Risponde Okereke dall'altra parte: stop di petto e girata di destro un metro a alto del palo alla destra di Paleari (8'). Rischia molto il Cittadella quando il retropassaggio di Adorni di testa è troppo lento e per poco Galabinov non arriva a toccare, sull'uscita di Paleari che stoppa di petto e rilancia (17'). Potrebbero passare in vantaggio gli ospiti al 19' quando sul tiro di Siega, il tocco di Capradossi a centro area libera Moncini che tutto solo scarica il suo destro alto.

Passa un minuto e potrebbe andare avanti lo Spezia con Okereke che si invola sulla fascia sinistra e poi cede a Gyasi che, tutto solo, manda incredibilmente fuori, a fil di palo, sulla sua sinistra. Due minuti e il Cittadella segna: Adorni innesca Finotto che cede al centro dove l'accorrente Moncini, a porta vuota, l'appoggia dentro. È lo 0-1.

Lo Spezia reagisce e al 24' la staffilata da 25 metri di Augello va di poco sopra la traversa. Tremano ancora gli aquilotti quando sul cross di Benedetti, il colpo di testa di Siega viene salvato davanti alla riga di porta da Mora (28'). Il colpo di testa di Okereke sul corner di Ricci, finisce altissimo (31'), comunque gli aquilotti pressano e così dopo la chiusura di Paleari su Maggiore, il tiro rimpallato da fuori di Vignali finisce tra i piedi di Gyasi che non centra lo specchio (33').

Dopo l'intervallo rientrano gli stessi 22 e al 4', dopo un contatto su Mora che l'arbitro e il Var giudicano regolare, sul cross di Galabinov è miracolosa la respinta di Paleari su Maggiore. Poi al 7' è proprio il centrocampista a realizzare l'1-1: sul cross di Mora, respinge sulla riga Benedetti e poi la traversa rimanda il pallone dentro con Maggiore a catapultarsi in avanti e fare centro. Cittadella avanti al 21': azione confusa con gran parata di Lamanna sul colpo di testa di Moncini, poi riprende Iori che quasi sulla riga l'appoggia dentro in scivolata. È l'1-2.

Centra il palo esterno Galabinov con un potente destro da posizione defilata (23'). E va vicino al tris il Cittadella con Diaw che si invola a lunghe falcate verso la porta superando Capradossi, ma sull'accorrente Lamanna tocca incredibilmente fuori (28'). Ma l'1-3 arriva al 32' ancora con Moncini che mette dentro sul cross di Branca, prima che però il Var annulli tutto.

La conclusione di Galabinov al 36' viene deviata sull'esterno della rete da Adorni che rimane a terra. Poi ancora il bulgaro al 39' in rovesciata dopo la torre di Terzi su corner di Ricci. Dall'altra parte Moncini si vede il pallone rimpallare sull'esterno della rete al 41'. Al triplice fischio la delusione degli aquilotti è altissima.

Spezia-Cittadella 1-2

PRIMO TEMPO 0-1

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Maggiore (27' st Da Cruz), Ricci (40' st Bartolomei), Mora; Gyasi (24' st Bidaoui), Galabinov, Okereke. A disp. Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Pierini, Crimi, De Francesco, Ligi, De Col. All. Marino.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Frare (27' st Drudi), Adorni, Benedetti (34' st Cancellotti); Siega, Iori, Branca; Panico; Moncini, Finotto (24' st Diaw). A disp. Maniero, Parodi, Schenetti, Camigliano, Scappini, Pasa, Proia, Rizzo, Bussaglia, Cancellotti. All. Venturato.

Arbitro: Fourneau di Roma 1 (assistenti Dei Giudici di Latina e Capaldo di Napoli, quarto uomo Volpi di Arezzo, Var Serra di Torino, Avar Ros di Pordenone).

Marcatori: 22' pt Moncini (C); 7' st Maggiore (S), 21' st Moncini (C).

Note: spettatori paganti 7.442, per un incasso di 86.881 euro. Ammoniti Siega, Panico, Branca, Da Cruz. Tiri in porta 7-5. Tiri fuori 8-5. In fuorigioco 0-0. Angoli 10-6. Recuperi 0' pt e 6' st.