STEVEN SANTAMARIA
Cronaca

Torna la Settimana della Bellezza. Il tema sarà "L’eternità ogni giorno"

Da sabato 21 a domenica 29 si terrà l’evento di evangelizzazione attraverso i linguaggi della cultura, che è organizzato dalla Diocesi di Grosseto con la Fondazione Crocevia e la coorganizzazione del Comune.

Torna la Settimana della Bellezza. Il tema sarà "L’eternità ogni giorno"

Torna la Settimana della Bellezza. Il tema sarà "L’eternità ogni giorno"

Che rapporto abbiamo con il tempo che scorre inesorabile? E quanto siamo allenati a scorgere frammenti dell’Eterno in ciò che ogni giorno si dipana dinanzi a noi? Intorno a questi interrogativi si svilupperà l’edizione 2023 della "Settimana della Bellezza"", evento di evangelizzazione attraverso i linguaggi della cultura, organizzato dalla Diocesi di Grosseto con la Fondazione Crocevia e la coorganizzazione del Comune. Tema di questa ottava edizione, in programma da sabato 21 a domenica 29 di questo mese, sarà: "L’eternità in ogni giorno". I linguaggi delle arti figurative, del teatro, della filosofia, della mistica, della parola, della teologia, della letteratura e perfino dell’economia consentiranno di approfondire tanti aspetti del rapporto che intercorre fra il tempo cronologico e l’eternità, verso cui siamo orientati. "Il tema di questa edizione – spiega don Roberto Nelli, direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale della cultura – è frutto di una riflessione piuttosto lunga, su vari aspetti. In primis, sul valore del tempo e sul valore della memoria. Oggi viviamo in un’epoca in cui si dà estremo peso all’attimo che stiamo vivendo, ma ci dimentichiamo del passato e siamo poco protesi verso il futuro. Basta osservare il mondo giovanile, che oggi vive comprensibilmente una fase di grande delusione verso il futuro, perché fatica a immaginarlo. Ma basta guardare anche al mondo adulto, che raramente sa dare ai ragazzi una prospettiva che profumi di futuro. Le sollecitazioni che ci hanno provocati nei mesi passati, come equipe di pastorale culturale, sono state tante e non è stato facile giungere ad una sintesi, finché l’abbiamo trovata con un termine molto semplice: la bellezza dell’infinito". E sono molteplici gli appuntamenti di spicco di questa edizione che spaziano dall’arte al teatro fino al cinema: si parte con il cardinale Gianfranco Ravasi, che terrà la lectio di apertura sabato 21 nella cattedrale di Grosseto. Lo stesso giorno verranno inaugurate la mostre "Le porte del Paradiso" di Ugo Riva, visitabile al Polo Le Clarisse, e "L’eternità dell’arte e nell’arte", un itinerario museale che si terrà nel Museo Archeologico della Maremma. Per quanto riguarda il teatro venerdì 27 alle 21, l’attore Pietro Sarubbi porterà sul palco degli Industri "Seguimi, da oggi ti chiamerai Pietro", un racconto poetico e ironico di un santo impacciato con le parole, ma svelto nei fatti. Mentre Mercoledì 25, al Multisala Aurelia Antica sarà proiettato il film "Ennio" di Giuseppe Tornatore.