Sicurezza nel Golfo. Vigilantes tutta la notte al Punto di primo soccorso

Ripristinato dall’Asl il servizio richiesto dal Comune e dall’opposizione. D’Urso: "Il benessere e la tutela degli operatori sono valori della nostra mission".

Sicurezza nel Golfo. Vigilantes tutta la notte al Punto di primo soccorso
Sicurezza nel Golfo. Vigilantes tutta la notte al Punto di primo soccorso

C’è voluta l’ennesima aggressione notturna al punto di primo soccorso di Follonica per capire che quella struttura, fondamentale per la sicurezza sanitaria dei cittadini del Golfo, dovesse aver bisogno di una sorveglianza continua. Il servizio della Asl, nato questa estate quando alcuni medici e infermieri furono più volte presi di mira da persone senza scrupoli e con problemi, aggredendo non solo il personale al lavoro ma anche le persone che si trovavano nei paraggi, si era interrotto il 15 di novembre come da contratto. Ma il Comune, sollecitato anche dai cittadini e soprattutto da alcuni esponenti della minoranza, aveva chiesto a gran voce il ripristino del servizio di sorveglianza durante le ore notturne fatte da un vigilantes privato. Servizio che è stato ripristinato proprio in questi giorni. "La direzione aziendale della Asl Toscana sud est ha a cuore la sicurezza e il benessere del personale che lavora in azienda – si legge nella nota inviata dall’azienda sanitaria – così come dei pazienti, e, per quanto possibile, cerca di trovare una soluzione per garantire sempre la loro tutela". Questo il motivo che ha spinto l’azienda ad annunciare che da domani sarà di nuovo attivo, con orario 20 - 8, il servizio di vigilanza al Punto di primo soccorso di Follonica. Servizio che consentirà di allontanare i malintenzionati e soprattutto permetterà a chi lavora nelle ore notturne di farlo in maniera serena e tranquilla senza dover pensare anche alla sua incolumità, come è successo troppe volte quando il servizio di vigilanza non c’era oppure era stato temporaneamente interrotto. "Quando si presenta un problema in azienda e in particolar modo quando sono gli stessi professionisti a chiedere supporto, la Direzione ha sempre cercato di attivarsi – afferma il direttore generale Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso che è sempre stato d’accordo sul ripristino del vigilantes nelle ore notturne a presidio della struttura – Il benessere organizzativo e la tutela degli operatori sono valori che rientrano nella nostra mission e che perseguiamo costantemente. Questo servizio, pensato per far fronte all’aumento degli accessi in estate, si è rivelato uno strumento utile a garantire la sicurezza nelle ore notturne a tutela del personale e dei pazienti, pertanto abbiamo ritenuto di doverlo mantenere anche per il resto dell’anno".