Malore fatale in casa: muore a 43 anni

Ieri i vicini di Antonio Lorini, 43 anni, hanno allertato i carabinieri per la sua scomparsa. Il corpo è stato trovato senza vita nella sua abitazione. Il medico ha spiegato che è stato un malore fatale. Il magistrato deciderà se saranno necessari altri esami.

Sapevano che era rimasto solo e, soprattutto, sapevano che le sue condizioni di salute, da tempo, erano precarie. Per questo anche il solo fatto di averlo visto uscire di casa da un paio di giorni ha fatto nascere l’allarme fra i vicini. Ieri mattina, quindi, hanno segnalato la cosa ai carabinieri e la pattuglia, giunta insieme al personale del "118", non ha potuto che prendere atto che quelle preoccupazioni, purtroppo, erano legittime. Il corpo di Antonio Lorini, 43 anni, giaceva in camera da letto senza più segni di vita. Un malore fatale, avrebbe spiegato il medico intervenuto. Adesso la salma è stata portata nell’obitorio dell’ospedale Misericordia e sarà poi il magistrato a decidere se il primo referto del medico sarà sufficiente oppure se, per fugare qualsiasi altra ombra di dubbio, sarà invece necessario disporre altri esami.

Lorini viveva nella frazione di Bagno, in località Poderaccio. Da qualche anno aveva perso la mamma e più di recente il padre. Nell’abitazione, quindi, viveva da solo. Non godeva di una salute di ferro, ma frequenti erano le sue presenze in paese, a volte a piedi altre in bicicletta. Da sabato, però, non lo avevano più visto e ieri la preoccupazione era diventata troppa per non chiamare i carabinieri. Il suo decesso potrebbe risalire ad un paio di giorni fa.