Il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud in campo per la sicurezza dell’Albegna e dell’abitato di Albinia dopo le intense ondate di maltempo delle ultime settimane che hanno interessato tutta la zona sud della provincia di Grosseto. Gli operai e gli addetti del Consorzio di Bonifica stanno infatti ripristinando l’argine sinistro,...

Il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud in campo per la sicurezza dell’Albegna e dell’abitato di Albinia dopo le intense ondate di maltempo delle ultime settimane che hanno interessato tutta la zona sud della provincia di Grosseto. Gli operai e gli addetti del Consorzio di Bonifica stanno infatti ripristinando l’argine sinistro, in corrispondenza dello sbocco in mare, costruendo una scogliera di massi ciclopici proprio a "difesa" del paese e anche della Statale Aurelia che si trova poco distante. Le forti mareggiate hanno infatti provocato un’ampia erosione alla foce del fiume: l’avvicinamento del mare all’argine sinistro del corso d’acqua aumenta il rischio idraulico per tutta la zona, che diventa più facilmente "aggredibile" in caso di maltempo come è avvenuto in queste ultime settimane quando la quantità d’acqua piovuta dal cielo è stata veramente tanta. E’ stato quindi necessario dare il via a un intervento di somma urgenza per il ripristino dell’argine che nel 2012 franò causando una disastrosa alluvione: la nuova scogliera permetterà di salvaguardare chi vive in prossimità del fiume in vista delle future mareggiate, anche nella zona di Quarto d’Albegna, a valle di Marsiliana e non lontano dal paese di Albinia, assai frequenti in quest’area, ma anche di ristabilire il delicato equilibrio tra acqua dolce e salata alla foce di uno dei fiumi più importanti in provincia di Grosseto. "E’ un intervento piuttosto complicato – ha detto il presidente del Consorzio di Bonifica, Fabio Bellacchi -, con le macchine escavatrici che praticamente si trovano a operare in mare con tutti i rischi del caso. Vorrei anche apprezzare la professionalità degli operai".