La Giornata delle Zone umide. In mezzo agli stagni costieri alla scoperta della biodiversità

In programma due conferenze organizzarte dalle Oasi Wwf Laguna di Orbetello e Lago di Burano

La Giornata delle Zone umide. In mezzo agli stagni costieri alla scoperta della biodiversità
La Giornata delle Zone umide. In mezzo agli stagni costieri alla scoperta della biodiversità

Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale delle Zone Umide, World Wetlands Day, dedicata a lagune, stagni, laghi, paludi. Sono le wetlands, aree chiave per la biodiversità e anche per la nostra sopravvivenza. La data del 2 febbraio ricorda l’adozione della convenzione omonima per la loro tutela, firmata il 2 febbraio 1971 nella città iraniana di Ramsar. Le Oasi Wwf Laguna di Orbetello e Lago di Burano, entrambe riconosciute zone umide d’importanza internazionale ed inserite nell’elenco della Convenzione di Ramsar, celebrano la Giornata mondiale delle Zone Umide, in collaborazione con l’associazione Wwf provincia di Grosseto, con una conferenza dal titolo "Un tuffo nella biodiversità degli stagni costieri" a cura della prof.ssa Adele Bertini e dott.ssa Federica Badino del Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Firenze, National Biodiversity Future Centre (CN5, Spoke 7).

Gli incontri sono finanziati dall’Office français de la biodiversité e MedWet e si terranno in due date,. L’incontro ordierno in programma alle 10.30 sarà dedicato agli studenti del Polo liceale di Orbetello, mentre quello di domani, in programma a partire dalle 16, sarà aperto a tutti gli interessati, senza necessità di prenotazione. Entrambi gli incontri si terranno presso il Centro di educazione ambientale Wwf "Pecce" nel Casale della Giannella, Orbetello, strada provinciale 36 della Giannella, chilometro 4, Albinia-Orbetello (sito internet per info: https://goo.gl/maps/HX7c8BdXsxXgHCMo9.

L’Oasi Wwf Laguna di Orbetello è aperta, domani e domenica dalle 9 alle 16 (ultimo ingresso alle 14) con ingresso in autonomia senza visita guidata. L’Oasi Wwf Lago di Burano è aperta domenica, solo con visita guidata, alle 10 e alle 14:30. Si tratta di un’occasione, sdicuramente da non perdere per conoscere la ricchezza della zone umide che contraddistinguono la zona zona sud della provincia di Grosseto.

Michele Casalini