Grosseto, 7 dicembre dicembre 2020 - Uccisa a coltellate dal marito. Uccisa a coltellate nella villa in cui Madalina Luminita, 32 anni, abitava insieme all'uomo. Erano i custodi dell'immobile. Accade a Pescia Fiorentina, estremo lembo della provincia di Grosseto ai confini del Lazio, nel comune di Capalbio. E' accaduto tutto nella prima mattina di lunedì 7 dicembre. La donna è stata assalita da Adrian Luminita, 39 anni, con un coltello.

Poi l'uomo ha chiamato i carabinieri. Quando i militari sono arrivati hanno trovato il corpo senza vita della donna. C'era anche il marito, in stato confusionale, che è stato subito fermato. Aveva alcune ferite  da taglio oltre a bruciature ed è stato accompagnato all'ospedale di Orbetello, dove è stato piantonato. 

Per Madalina Luminita non c'era più niente da fare: troppo gravi le ferite. Inutile l'intervento del 118. La trentaduenne sarebbe stata raggiunta da una decina di fendenti. Ha cercato di difendersi: anche lei aveva un coltello in mano. Dentro la villa regnava il caos. Diverse suppellettili sono state trovate bruciate: sembra infatti che l'uomo abbia cercato di dare fuoco all'abitazione dopo l'omicidio. Si indaga su cosa possa aver scatenato questa follia omicida. 

L'uomo in serata è stato arrestato. L'accusa per lui è di omicidio. Ed è stato trasferito all'ospedale Le Scotte di Siena.