Arte e religione. Insigne collegiata. Apre il museo

Inaugurazione con autorità e cittadini. Esposte anche le vesti di due Papi e madre Teresa.

Arte e religione. Insigne collegiata. Apre il museo
Arte e religione. Insigne collegiata. Apre il museo

Inaugurato il Museo dell’Insigne collegiata di Sorano. Si tratta di uno spazio prezioso, sia per ciò che contiene al suo interno – in mostra ci sono pezzi unici – sia per il valore storico, artistico e religioso che apporta non solo a Sorano ma all’intero territorio. L’inaugurazione ha visto la presenza delle istituzioni locali, a partire dal sindaco di Sorano, Pierandrea Vanni, del parroco don Antonio e del cardinale Angelo Comastri. All’interno del museo oltre agli argenti e ai paramenti antichi si conservano le vesti talari di Papa Giovanni Paolo II, di Papa Benedetto XVI, del cardinale Angelo Comastri e del Protonotario Apostolico monsignor Vincenzo Taviani ed altre importanti reliquie, come quelle di Santa Madre Teresa di Calcutta e di Padre Pio da Pietrelcina.

"Al completamento dei lavori della chiesa parrocchiale di San Nicola – spiega don Antonio – avevamo tanti beni da collocare e anche valorizzare, così abbiamo pensato di creare questo spazio nei locali pastorali di fianco alla chiesa". Si accede al museo entrando dalla porta principale della chiesa e, almeno per ora, il museo è sempre aperto con ingresso gratuito. Gli allestimenti sono ben fatti, tutta l’area è videosorvegliata. Questo piccolo museo non è solo un’esposizione di opere ma è uno spazio legato alla devozione popolare. Gli abitanti che hanno partecipato alla cerimonia sono rimasti molto contenti. Mi sento di ringraziare chi ci ha dato una mano e che ha reso possibile tutto ciò attraverso donazioni e lavoro sul campo. Ringrazio infatti anche le maestranze che hanno lavorato a questa collezione e anche la Soprintendenza che ha autorizzato l’esposizione di questi beni".

È rimasto molto colpito il primo cittadino di Sorano. "Ci sono veramente beni preziosi – commenta Vanni –. Questo spazio rappresenta un valore aggiunto per il comune di Sorano. Per ora il Comune ha dato un sostegno morale al progetto, vorrei che si aggiungesse un sostegno più concreto".

Nicola Ciuffoletti