Amiata, pochi centimetri di neve. L’inverno continua a essere assente

L’ondata di maltempo ha portato più che altro piogge in tutta la zona, resiste a fatica il manto bianco. In Maremma sotto osservazione il livello dei corsi d’acqua e in particolare quello del fiume Bruna.

Amiata, pochi centimetri di neve. L’inverno continua a essere assente
Amiata, pochi centimetri di neve. L’inverno continua a essere assente

L’inverno continua a non volersi far vedere sull’Amiata e le condizioni climatiche non aiutano affatto la stazione sciistica. Sabato ai poli (Macinaie e Contessa) è piovuto incessantemente, mentre solo nella giornata di ieri in vetta è caduto qualche centimetro di neve, ma troppo poca per pensare di aprire gli impianti di risalita. Nonostante ciò, sulla pista del prato delle Macinaie si è sciato per buona parte della giornata del sabato. "Nonostante l’incessante pioggia. – spiegano dalla Isa Impianti – Sabato il campo scuola e lo skilift sono stati operativi fino alle 13, successivamente, le condizioni meteorologiche sono peggiorate e non c’era più la sicurezza necessaria per rimanere aperti". Ieri invece la Isa è stata costretta a comunicare la chiusura temporanea dello skilift Jolly e del campo scuola fino al termine della perturbazione. "Speriamo poi di poter intervenire e sistemare tutto con il mezzo battipista, ma al momento ciò è impossibile poiché muoverlo su questo terreno e con questa acqua peggiorerebbe la situazione. Speriamo anche in un cambiamento positivo della situazione meteorologica – proseguono gli operatori della Isa Impianti – anche se gli ultimi aggiornamenti non ci assistono. Infatti, anche se le previsioni per il "Monte Amiata" danno precipitazione nevose, è importante prestare attenzione alle quote neve e alla quota dello zero termico". Le altitudini dei poli sono 1400 metri il Prato delle Macinaie e 1410 quello della Contessa, zona Mezzo Canalgrande (metà della pista, per intendersi) circa 1500 metri e l’arrivo della seggiovia Macinaie è a circa 1700 metri. "Speriamo che le previsioni si sbaglino – concudono – come spesso accade negli ultimi tempi, e che possiamo essere ricoperti da metri e metri di neve". Nella giornata di sabato rovesci di pioggia si sono verificati anche nel resto della provincia. Sabato è stato attivato il Coc di Grosseto per monitorare il Bruna perchè il livello dell’idrometro sul fiume, collocato in località Lepri, ha raggiunto un metro e 50. Sono state ore di lavoro per il Centro Operativo Comunale, per le strutture tecniche, inoltre i reperibili sono stati allertati. La situazione continua ad essere costantemente monitorata. Il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna avverte: "Si invitano i cittadini a utilizzare la massima cautela in ogni spostamento".

Nicola Ciuffoletti