Calvi (Francia), 13 settembre 2018 - La grande signora della musica italiana ha conquistato il pubblico. Un concerto di grande significato insieme musicale, storico e sociale. Giovanna Marini affiancata dalla cantante fiorentina Francesca Breschi è stata la protagonista del primo giorno dei Rencontres de chants polyphoniques, rassegna giunta alla 30a edizione a cura de A Filetta, gruppo vocale attivo da 40 anni, e dell'associazione U svegliu calvese. Dopo il concerto pomeridiano del polacco Adam Strug l'appuntamento serale ha visto l’introduzione de A Filetta. I padroni di casa hanno proposto tre brani in còrso e latino dimostrando il loro livello di eccellenza, mantenuto anche con i cambi di formazione. Attendiamo con curiosità il prossimo disco che riprende la collaborazione con Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura e la cui uscita in Italia è prevista a novembre. E’ poi toccato a Jean-Claude Acquaviva, ultimo componente fondatore rimasto nel gruppo, introdurre Giovanna Marini.

La cantante e compositrice come sempre non si è limitata all’esecuzione, ma ha introdotto i brani intersecando la descrizione musicale con quella politico-sociale che li ha originati. Lo stile dei suoi pezzi (lo spettacolo si intitolava l’Italia in lungo e in largo, nome del Cd inciso con Francesca Breschi) dimostra le sue fonti di ispirazione, da quella della tradizione popolare all’opera che le hanno permesso di costruire un repertorio molto ampio e originale nel panorama italiano. Non sono mancati i classici come il Lamento per la morte di Pierpaolo Pasolini e I treni per Reggio Calabria oltre allo splendido Un paese vuol dire non essere soli di Mario Pogliotti su testi di Cesare Pavese. Francesca Breschi pienamente calata nei brani grazie ai tanti anni di collaborazione nel Quartetto vocale, ha dimostrato le sue grandi qualità vocali che potranno essere apprezzate nel concerto del 15 settembre nella Basilica di San Miniato al Monte con Mario Brunello. Da parte del pubblico, con tanti abbonati presenti, un’attenzione quasi religiosa per un successo finale pieno e convinto.