Primo maggio: dai cortei ai concerti, tutti gli eventi in Toscana

Gli appuntamenti in programma per la Festa dei lavoratori

Firenze, 1 maggio 2024 – Dai cortei ai concerti, sono tanti gli appuntamenti in Toscana per il Primo Maggio, e non mancheranno i concerti gratuiti.

I concerti gratuiti

A Capannori, in Lucchesia, torna il concertone promosso dal Comune in collaborazione con la Regione Toscana. A salire sul palco di Piazza Aldo Moro a partire dalle 16 saranno tre big della musica italiana: prima la giovane talentuosa Gaia, poi Arisa e alle 1.40 il cantautore Vinicio Capossela, accompagnato da Fan Fath Al, la fanfara balcanica. Grande musica anche alla Fortezza Nuova di Livorno che ospiterà la Festa internazionale dei lavoratori e delle lavoratrici, organizzata dalla Cgil. Le esibizioni si apriranno alle 16.30 con il live degli Unchained, la tribute band delle colonne sonore dei film di Quentin Tarantino, seguiti da Luarte Project, che propone world fusion e musiche originali e dal gran finale con Bobo Rondelli, cantautore, poeta e artista labronico che incanterà il pubblico con la struggente ironia delle sue canzoni, accompagnato dai gruppo folk rock toscano I matti delle Giuncaie.

Cortei e manifestazioni

Arezzo

Le manifestazioni di terranno nelle ore della mattina a Lucignano, Foiano, Monte San Savino, Cortona, Stia, San Giustino Valdarno. I segretari confederali Alessandro Tracchi, Silvia Russo e Cesare Farinelli saranno alle ore 11 nei giardini di Lucignano e chiuderanno una manifestazione che avrà avuto inizio alle 10.30 da Porta San Giusto con un corteo per le vie della città con macchine agricole e la banda musicale Rosini.

Firenze

In occasione del 1 maggio a Firenze sfilerà un corteo con partenza in via Mariti, davanti al cantiere del supermercato dove il 16 febbraio scorso persero la vita cinque operai in seguito al crollo di una trave. Il corteo arriverà fino a piazza Dalmazia a Firenze dove si terrà un'assemblea pubblica. Al centro delle rivendicazioni dei promotori del corteo di mercoledì prossimo il tema delle morti sul lavoro e dei subappalti, ma anche il diritto alla casa, lo stop alle guerre e alla legge Bossi-Fini sull'immigrazione. Il Calendimaggio sansalvino, che i Chille presentano come “una festa della primavera nell’incontro tra la tradizione fiorentina e le culture del mondo”, vede anche quest’anno a San Salvi due momenti amatissimi dagli spettatori sansalvini - Dipingi il tuo manifesto e il concerto con danze popolari degli Adanzé. Ad essi si aggiunge un’importante “novità” con la presenza di Bar-Uffa! l’accogliente punto ristoro gestito da Ivan Tarchiani: un luogo dove si potrà vivere il Calendimaggio e fare merenda tutti insieme.

Tante iniziative per il Primo maggio (Foto Ansa)
Tante iniziative per il Primo maggio (Foto Ansa)

La Festa inizia alle ore 16 con Dipingi il tuo manifesto, festoso invito a realizzare liberamente manifesti, da far affiggere sui muri di Firenze come promozione di ‘Franco Basaglia 100”, cioè del Festival che aprirà la lunga estate sansalvina. Non occorre essere pittori, dicono i Chille, per partecipare: “porta con te solo la tua fantasia e, partendo dalla necessità di inclusione degli ultimi e del superamento dello stigma della malattia mentale tanto presenti nella rivoluzione basagliana e oggi così attuali, inventa un disegno!  Sul posto, troverai carta, colori e pennelli per realizzare manifesti tutti numeri-unici” che i Chille faranno poi affiggere sui muri della città. Dalle ore 18.00 poi tutti a ballare con gli Adanzé, importante ensemble toscano che presenta un repertorio di musica da ballo di tutt’Europa, che ancora oggi ha la capacità di coinvolgere il pubblico nella danza e far sentire-vivere lo spirito della festa. Per finire, dopo la merenda, all’arrivo della sera i Chille lasciano trapelare che potrebbe esserci una fantasmagorica sorpresa.  Il Calendimaggio è ad ingresso libero, ma per la prevedibile larga partecipazione, si consiglia di prenotarsi per telefono-whatsapp 335 6270739 o mail a [email protected].

Barberino di Mugello

Ore 10 concentramento in Piazza Cavour, corteo per le vie cittadine accompagnato dalla filarmonica Giuseppe Verdi, con comizio conclusivo in piazza Cavour di Daniele Collini della Cgil di Firenze.

Castelfiorentino

Ore 9 ritrovo in Piazza Gramsci. Ore 9.30 partenza corteo con la Filarmonica “G.Verdi”, ore 10:30 in piazza delle Fiascaie saluto del Sindaco Alessio Falorni e comizio conclusivo di Marco Rizzo della Funzione Pubblica CGIL di Firenze.

Certaldo

Ore 9:30 ritrovo in Piazza della Libertà. Ore 10:15 partenza del corteo per le vie cittadine. Ore 11:00 saluto del Sindaco Giacomo Cucini e comizio di Marco Carletti, Segretario Generale della Fillea Cgil di Firenze.

Empoli

Ore 9:30 Ritrovo in Piazza Stazione.Ore 10:00 Partenza corteo per le vie cittadine, accompagnati dal suono della Zastava Orkestar. Ore 11:30 in Piazza della Vittoria comizio finale di Fulvio Fammoni della Cgil Nazionale.

Fiesole

Ore 10.15 partenza corteo dalla Casa del Popolo via Vittorio a Fiesole. Ore 11 saluto della Sindaca Anna Ravoni e dello Spi Cgil. A seguire comizio conclusivo in piazza Mino di Leonardo Mugnaini del coordinamento UIL Firenze.

Fucecchio

Alle ore 9:30 ritrovo in Piazza XX Settembre, ore 10:30 partenza del corteo per le vie cittadine con la Filarmonica “Mariotti”, ore 11:30 Piazza Montanelli saluto del Sindaco Alessio Spinelli e comizio conclusivo di Fabio Berni della Segreteria Cgil Toscana.

Gambassi Terme

Alle ore 7:00 Cantamaggio per le vie cittadine. Ore 10:30 saluto del Sindaco Paolo Campinoti e comizio di Orietta Orru’ della Flc Cgil di Firenze.

Montaione

Ore 8:30 ritrovo in Piazza Gramsci, partenza del corteo per le vie cittadine e deposizione di garofani al monumento ai Caduti davanti al Comune. Ore 10:00 arrivo presso il Teatro del Popolo, saluto del sindaco Paolo Pomponi e dello Spi Cgil di Montaione e comizio conclusivo di Mattia Chiosi del Nidil Cgil di Firenze. Ore 11 Servizio Musicale a Villa Serena. Ore 11:30 deposizione di una corona al Cimitero del Capoluogo.

Pontassieve

Ore 10 concentramento in piazza Vittorio Emanuele davanti al Comune. Ore 10:15 partenza corteo per le vie cittadine di Pontassieve e S. Francesco di Pelago accompagnato dalla Filarmonica Giacomo Puccini. Ore 11:15 Comizio in Piazza Verdi a S. Francesco di Pelago di Paolo Fantappie’, Segretario Generale della UIL Toscana. 

Sesto Fiorentino

Ore 10:00 Concentramento in P.zza Ginori, ore 10:15 partenza del corteo per le vie cittadine e deposizione di corone ai caduti. Ore 11:30 saluti del Sindaco di Campi Bisenzio Andrea Tagliaferri e comizio di Erika Caparrini della Segreteria Cisl Firenze Prato. 

Grosseto A Follonica manifestazione e in piazza Sivieri dalle 10:30 interventi di Cgil (con Monica Pagni), Cisl e Uil, Anpi e Spi Cgil.

Livorno

Il 1 maggio 2024, dalle ore 11, la Fortezza Nuova di Livorno ospiterà la Festa internazionale dei lavoratori e delle lavoratrici. Rivolto a tutti e a ingresso gratuito, l’evento, organizzato da Cgil provincia di Livorno, Cgil Toscana e The Cage/Xlr Produzioni in collaborazione con Fortezza Village, offre divertimento, intrattenimento, riflessione, informazione, relax e ristoro assieme alla famiglia, agli amici, ai cittadini, ai turisti negli splendidi spazi del parco, polmone verde del centro storico e simbolo del quartiere Venezia. L’invito è rivolto a chiunque desideri trascorrere la ricorrenza in modo indimenticabile tra concerti, aree gioco per bambini, food truck, punti bar e stand di categoria. Dalle ore 14, presso lo spazio dibattiti, si terrà la tavola rotonda sul tema “Il lavoro tra presente e futuro”. L’iniziativa sarà introdotta da Fabrizio Zannotti, segretario generale Cgil provincia di Livorno.

Al dibattito – moderato dalla giornalista Frida Nacinovich – parteciperanno Fabrizio Russo (segretario generale Filcams-Cgil nazionale), Michele De Palma (segretario generale Fiom-Cgil nazionale) e Rossano Rossi (segretario generale Cgil Toscana). Un’interessante occasione di approfondimento per confrontarsi e discutere sulle problematiche e le sfide che ci attenderanno nei prossimi anni. All’interno della Fortezza Nuova, saranno presenti anche bancarelle delle categorie Cgil presso cui poter chiedere informazioni o chiarimenti su tematiche riguardanti mondo del lavoro e pensioni. Sarà anche possibile firmare e sostenere i 4 quesiti referendari promossi a livello nazionale dalla Cgil per chiedere l’abrogazione di quelle norme che hanno reso i lavoratori meno protetti e più vulnerabili. Saranno presenti anche stand di varie associazioni del territorio.

All’interno della Fortezza Nuova sarà, inoltre, allestito il mercatino artigianale “Vista mare market” e uno spazio riservato al divertimento di bambine e bambini. Le esibizioni sul palco grande si apriranno, dalle 16:30, con il live degli Unchained. Mossa dalla passione per il cinema di Quentin Tarantino, la tribute band farà rivivere le scene cult, attraverso l’interpretazione delle colonne sonore, trasversali per stile e per genere. A seguire, sarà Luarte Project: un progetto di musicisti cosmopoliti che suonano per stimolare nel pubblico l’ascolto, il ballo e la commozione. Nato dalla passione per i suoni ed i ritmi internazionali, propone world fusion e musiche originali. Dal canzoniere del mondo alla canzone d’autore originale in lingue come il portoghese, l’inglese, lo spagnolo, il capoverdiano e in dialetto salentino, Luarte porta sul palco una vasta fucina di storie e culture espresse dagli strumenti e dalle voci di Chiara Pellegrini (Bachelor in canto Jazz presso il “Prince Claus Conservatorie” – Groningen), di Andrea Musio (cantautore, oboista e etnomusicologo formato in Portogallo) e dell’argentino Joaquin Cornejo (polistrumentista, produttore, arrangiatore).

Gran chiusura con Bobo Rondelli: l’artista, prossimo alla pubblicazione a metà giugno dell’album “Storie assurde” prodotto da The Cage, incanterà il pubblico con la magia e la struggente ironia che contraddistinguono il suo live. Cantautore, poeta, attore e performer, da sempre ispira a Livorno la sua carriera artistica. I testi introspettivi, dissacranti e le interpretazioni intimiste centrano una toscanità cinica e scanzonata, portandolo prima al successo con gli Ottavo Padiglione, poi al Premio Ciampi nel 2001 con la carriera da solista e a molti dischi e concerti presentati in tutta Italia, compresa la partecipazione a show radiofonici e televisivi – al Festival di Sanremo sarà ospite del Premio Tenco. Raccoglie la fortuna di pubblico e di critica anche il road-movie “L’uomo che aveva picchiato la testa” che il regista Paolo Virzì gli dedica, oltre a un ruolo nella pellicola “La pazza gioia”. Sarà il protagonista del docufilm in omaggio a Ciampi prodotto da Sky Arte. Ad accompagnarlo, I matti delle Giuncaie: gruppo folk rock di Follonica e Grosseto che nel nome trae ispirazione dal protagonista del racconto omonimo di Renato Fucini (“Le veglie di Neri”, 1882). Lapo Marliani, Francesco Ceri, Simone Giusti e Mirko Rosi sono i suoni, i cori e le voci matte della band regina dell’hard-folk Maremmano. Tutti e quattro animatori di una patchanka che miscela il rock alla musica gitana, il folk a quella cantautorale per ribadire il motto “divertirsi suonando”. 

Massa Carrara

A Torano alle 10:30 concentramento al cimitero monumentale, con deposizione di una corona di fiorti al monumento ai caduti sul lavoro. Alle 11:15 saluti dei segretari generali confederali Cgil-Cisl-Uil del territorio

Pistoia

Alle ore 9.45 partenza corteo da Porta Lucchese, alle ore 11.00 comizio in Piazza Duomo Segretario Cisl, alle 13 pranzo sociale presso il Circolo Arci Le Fornaci (prenotazioni 347/1193692).

Pisa

San Miniato: ritrovo alle 9,30 in piazza Eufemi, corteo e comizio alle 11 in piazza Dante. Pomarance: ritrovo alle 9,30 in piazza Sant'Anna, corteo e comizio alle 11 nella medesima piazza. Montecalvoli: ritrovo alle 9,30 al circolo La Perla, corteo e comizio alle 11 in piazza del Comune a Montecalvoli Alto.

Siena

Abbadia San Salvatore: ritrovo alle 1,15 davanti al Palazzo Comunale, corteo, comizio alle 11,30. Chianciano Terme: dalle 8,30 distribuzione di carofani nei pressi della Camera del Lavoro, alle 10,50 ritrovo alla Sorgente Sant’Elena, partenza del corteo alle 11 fino a vviale Dante. Chiusi: ritrovo in via Mameli davanti alla Cgil alle 9,45 con partenza del corteo alle 10,45 fino a piazza Garibaldi e comizio alle 12, alle 13 pranzo sociale. Colle Val d'Elsa: ritrovo alle 9,30 in via Oberdan, corteo, comizio alle 10,30 in piazza Arnolfo di Cambio.  Poggibonsi: ritrovo alle 9 in piazza Matteotti, corteo e comizio alle 11 nella medesima piazza.  San Gimignano: ritrovo alle 9,30 in piazza Duomo, corteo, comizio alle 11 in piazza della Cisterna.  Sinalunga: ritrovo alle 9,30 coi trattori in piazza della Repubblica, corteo dalle 10,15 e comizio alle 11,15 in piazza Garibaldi.  

Maurizio Costanzo