Il presidente del Senato, Pietro Grasso,a 'The State of the Union' (Fotocronache Germogli)
Il presidente del Senato, Pietro Grasso,a 'The State of the Union' (Fotocronache Germogli)

Firenze, 4 maggio 2017 -  «SAREBBE davvero devastante in Europa la vittoria dei populismi nazionalisti: sarebbe come cancellare sessant’anni di storia e soprattutto riportare le lancette a quell’Europa che ha vissuto le persecuzioni e gli scontri della seconda guerra mondiale». Siamo alla vigilia del ballottaggio elettorale in Francia e con queste parole di prologo, il sindaco Dario Nardella presenta la settima edizione di The State of the Union, l’evento organizzato dall’European University Institute che metterà Firenze, per tre giorni, sotto i riflettori della politica europea, nell’ambito del Festival d’Europa.

«Dobbiamo rifondare questa Europa – dice Nardella – e dobbiamo farlo costruendo un’Europa più unita di come lo è ora, popolare e non populista, che punta a essere riformatrice e non conservatrice. Credo che da questo dipenda il destino del continente».

LA DIRETTA 

LIVE TWITTER

Insieme a Nardella e alla vicesindaca Cristina Giachi, la maratona europea, da oggi a sabato tra la Badia Fiesolana, Palazzo Vecchio e Villa Salviati, è stata presentata, con un ricco programma di manifestazioni collaterali, dal presidente dell’European University Institute Renaud Dehousse e dai professori Anna Triandafyllidou e Federico Romero. Tra gli ospiti più attesi il presidente del Senato Pietro Grasso (oggi), il ministro degli Esteri Angelino Alfano e il premier Paolo Gentiloni (domani). Le più alte cariche euopee si confronteranno sui temi più caldi al tavolo di riflessione sullo stato dell’Unione europea: ci saranno il presidente del parlamento europe Antonio Tajani e il presidente della commissione europea Jean Claude Juncker. E il caponegoziatore della commissione responsabile della Brexit, Michel Barnier, parlerà delle conseguenze dell’uscita del Regno Unito sui diritti dei cittadini europei. Tra i relatori, presenti la presidente dell’Estonia Kersti Kalijulaid, l’alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini, il ministro svedese per gli Affari europei Ann Linde, i commissari Tibor Navracsics e Vera Jourova e il presidente della Banca europea per gli investimenti Werner Hoyer.

LA GIORNATA di domani, oltre ai vari dibattiti, sarà arricchita da due ulteriori importanti: alle 10.30, nel Cortile del Michelozzo, si terrà l’inaugurazione dell’esibizione «Alcide De Gasperi e l’Europa: mostra di documenti del suo archivio privato» alla presenza di Angelino Alfano e della signora Maria Romana De Gasperi; alle 11, sempre nel Cortile di Michelozzo il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani e il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi conferiranno un riconoscimento a tre aziende che hanno usufruito delle opportunità offerte dal mercato unico europeo nel loro percorso di crescita, internazionalizzazione e innovazione.

«Ci accingiamo a ospitare i più importanti esponenti dell’Ue – dice il sindaco Nardella – Ci auguriamo davvero che da questo rapporto tra Firenze e l’Istituto universitario europeo in occasioni come queste possano emergere grandi scelte, grandi progetti che rifondino l’Europa riguardando da vicino il futuro delle nuove generazioni».

i. u.