Firenze, 7 luglio 2020 - "Serve concretezza per vincere in Toscana. E Susanna Ceccardi, che ha fatto il sindaco e conosce i problemi reali delle persone è il candidato giusto per vincere".

Così il leader della Lega Matteo Salvini, che da ormai un paio di settimane ha iniziato i tour elettorali per le regionali di settembre insieme all'europarlamentare Susanna Ceccardi, il nome scelto dal centrodestra unito da oppore a quello di Eugenio Giani, candidato del centrosinistra.

Una battaglia, quella delle regionali in Toscana, che come per l'Emilia Matteo Salvini conduce insieme alla candidata palmo a palmo, città per città. L'arrivo a Firenze è avvenuto nell'ambito di un tour di un giorno che ha toccato tra l'altro anche Massa, Montecatini, appunto Firenze e in serata la provincia di Arezzo

Salvini ha incontrato gli iscritti di Confcommercio in pieno centro cittadino, in largo Annigoni.

"I toscani pagano rifiuti e acqua tra i più cari d'Italia, c'è una riforma sanitaria zoppa - ha proseguito -, a Firenze il Pd, che governa sempre tutto da 50 anni, ha il tema dello stadio, dell'aeroporto, della riqualificazione della Fortezza, non risolti. Noi abbiamo scelto un sindaco - prosegue - a confronto di qualcuno che invece fa politica da 50 anni. Sono due visioni della Toscana diverse".

A Giani, Matteo Salvini non invia nessun messaggio: "Porto rispetto a tutti quanti - ha aggiunto -.I toscani possono scegliere fra quello che va avanti da 50 anni e il cambiamento. Tanti toscani hanno scelto il cambiamento, da Pistoia a Siena, da Arezzo a Massa, a Pisa, a Grosseto. E dove governano i sindaci della Lega e del centrodestra - conclude -, la differenza si vede".