Fiorentina-Inter (foto Germogli)
Fiorentina-Inter (foto Germogli)

Firenze, 21 settembre 2021 - Una Fiorentina bella a metà – gran primo tempo, su ritmi vertiginosi, un secondo tempo col freno a mano tirato – viene strapazzata da un’Inter qualitativamente superiore, cresciuta alla distanza. Tre partite di campionato in una settimana e così Italiano fa turnover (ne cambia sei) schierando dal primo minuto Nastasic e Benassi, nel ruolo di terzino. Giocano anche Nico Gonzalez e Sottil. Inzaghi propone quattro novità: tra queste, Darmian al posto di Dumfries, fra i più positivi nel 6-1 di qualche giorno fa col Bologna. Prima mezz’ora viola da applausi: Fiorentina con la difesa alta e pressing asfissiante. Al 2’ Vlahovic subito protagonista: si smarca in area, pesca Gonzalez che è anticipato da Handanovic. All’8 conclusione di Barella dai 20 metri deviata in angolo da un difensore. Al 10’ ancora grande Vlahovic: gode di un rimpallo fortunato in area, calcia da fermo costringendo Handanovic ad alzare la sfera sopra la traversa.

Al 12’ azione personale di Biraghi, che va via forte sulla sinistra, penetra in area, tira, ma Handanovic gli dice no. Al 21’ ci prova Duncan dalla distanza, ma il pallone finisce di poco alto. Due minuti più tardi, il vantaggio, meritato, dei padroni di casa: Gonzalez si libera di Skriniar sulla sinistra, scende sul fondo, mette al centro, Vlahovic si scosta e da destra arriva a tutta birra Sottil che insacca. La reazione nerazzurra si concretizza con un piazzato di Calhanoglu, deviato da Dragowski in calcio d’angolo: siamo alla mezz’ora. Al 34’ botta di Gonzalez dai 25 metri, ma nessun problema per l’estremo difensore interista. Al 37’ annullato per fuorigioco il pari dell’Inter: al termine di una splendida azione in velocità sulla sinistra, Milenkovic devia sfortunatamente il pallone alle spalle del suo portiere. Ma c’era l’offside in partenza.

Al 41’ manovra in velocità della Viola, Bonaventura serve una palla invitante a Sottil che, indeciso, strozza il tiro. Il secondo tempo è un’altra partita. Ricomincia forte la Fiorentina. Al 3’ della ripresa, tenta Vlahovic dal limite, ma il pallone si perde sopra la traversa. Al 7’ l’Inter pareggia: gioca al gatto col topo, poi Barella smarca Darmian, che solo sulla destra, batte a rete trafiggendo Dragowski. Tre minuti dopo, l’Inter la ribalta: dalla bandierina Cahlanoglu trova il colpo di testa vincente di Dzeko, che ha la meglio su Biraghi. Al 20’ Lautaro grazia la Viola, non riuscendo a segnare sottomisura, servito magistralmente da Barella. Alla mezz’ora svarione di Dragowski, ma Sanchez lo grazia. Al 33’ follia di Gonzalez, che rimedia due gialli in meno di dieci secondi, applaudendo, sarcastico, il direttore di gara. Avrebbe voluto l’ammonizione per Bastoni. Al 37’ Brozovic saggia le capacità di Dragowski. Al 42’ contropiede perfetto dell’Inter: Gagliardini assist pregevole a Perisic, cui basta sospingere la palla nel sacco. Al 48’ a un passo dal 4-1 l’Inter, con Skriniar. Per la Fiorentina, che studia da grande (almeno a livello di gioco), c’è da riflettere: le gare durano due tempi, non uno soltanto.

 

IL TABELLINO

FIORENTINA – INTER 1-3
FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Benassi (21’st Odriozola), Milenkovic, Nastasic, Biraghi; Bonaventura (39’ st Kokorin), Torreira (21’ st Amrabat), Duncan (39’ st Callejon); Sottil (29’ st Saponara), Vlahovic. Gonzalez.
In panchina: Terracciano, Rosati, Martinez Quarta, Maleh, Terzic, Bianco, Igor.
Allenatore: Italiano.
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (21’st Dumfries), Barella (25’ st Vecino), Brozovic, Calhanoglu (39’ st Gagliardini), Perisic; Dzeko (25’ st Sanchez), Lautaro (39’ st Dimarco).
In panchina: Cordaz, Radu, Kolarov, Ranocchia, D’Ambrosio, Sangalli, Satriano.
Allenatore: Inzaghi.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
RETI: 23’ st Sottil; 7’ Darmian, 10’ Dzeko, 42’ Perisic.
NOTE: serata serena. Espulso: 33’ st Gonzalez per somma di ammonizioni. Ammoniti: Skriniar, Darmian, Calhanoglu. Angoli: 8-4 per l’Inter. Recupero: 1’ e 3’.








Rivedi la diretta testuale