Firenze, 1 ottobre 2020 - Sarà il David di Michelangelo a rappresentare l'Italia al prossimo Expo mondiale di Dubai del 2021. La colossale statua custodita alla Galleria dell'Accademia di Firenze (5 metri e 17 centimetri di altezza, cinque tonnellate e 600 chili di marmo di Carrara) non lascerà il museo e al suo posto verrà esposta una perfetta riproduzione realizzata con la più grande stampante 3D esistente al mondo: si potrà ammirare e sarà al centro del Padiglione Italia. Rinascimento, eccellenze tecnologiche, patrimonio culturale e patrimonio digitale: la Galleria dell'Accademia, sotto l'egida del Ministero dei Beni Culturali e Turismo e del Commissariato italiano per Expo Dubai, guiderà così il più innovativo progetto di ri-produzione ad alta tecnologia del capolavoro di Michelangelo in un'operazione che unisce la memoria storica a un presente di innovazione. Sotto la curatela scientifica dell'Università di Firenze, il valore di questo progetto sarà reso visibile dal processo di acquisizione digitale dei dati della statua fino alla fresatura del materiale plastico totalmente naturale che vi darà forma e che nei prossimi mesi vedrà impegnati scienziati, tecnici, curatori, artigiani, docenti e studenti universitari.

"Come Galleria dell'Accademia di Firenze siamo felici di partecipare, sotto l'egida del Commissariato Italiano per Expo, a questo progetto così innovativo, il primo di riproduzione ad altissima tecnologia del David di Michelangelo. Il David sarà il protagonista del Padiglione Italia della prossima Esposizione Universale, icona di bellezza e perfezione rappresenterà non solo l'arte italiana, la sua figura sarà soprattutto portatrice di un importante messaggio positivo di rinascita, di speranza e di coraggio", ha detto il direttore della Galleria dell'Accademia Cecilie Hollberg.