Vaccini al Mandela Forum (Giuseppe Cabras/New Press Photo)
Vaccini al Mandela Forum (Giuseppe Cabras/New Press Photo)

Firenze, 24 novembre 2021 - È di nuovo corsa al vaccino, anche a Firenze. Stavolta per la terza dose, che da ieri può essere fatta dopo cinque mesi (e non più sei) dalla seconda somministrazione. Sarà che dopo mesi di relativa serenità i contagi e la preoccupazione stanno ricominciando a crescere o che, comprensibilmente, le persone vogliono assicurarsi di non incorrere in eventuali limitazioni e problemi, ma ieri, l’annuncio del via libera alla terza con un mese di anticipo ha scatenato una vera e propria corsa alla prenotazione.

Sono stati ben 34.500 gli appuntamenti presi (alle ore 19 di ieri) in tutta la Toscana attraverso il portale prenotavaccino.sanita.toscana.it, 9.610 dei quali per il Mandela di Firenze, il più grande hub della Regione, rimasto aperto proprio per gestire questa nuova fase della vaccinazione. I richiami (o dosi "booster") già prenotati verranno erogati nelle prossime settimane, entro il 19 dicembre. Sempre entro quella data sono ancora disponibili altri 60mila posti e c’è quindi ancora tempo per registrarsi (non molto se questo resterà il ritmo). Poi, ovviamente, arriveranno ulteriori quantitativi per proseguire le somministrazioni a tutti coloro che ne avranno diritto. 

image

Delle prenotazioni fatte ieri, ben 18.600 riguardano persone over 60 che, dopo un lungo periodo di ritrosia verso il richiamo, sembrano improvvisamente essersi decise e scalano così, a sorpresa, la classifica di chi ha fretta di fare la terza dose. Altre 9.500 dosi circa sono state prenotate da over quaranta, 1.800 da toscani che avevano fatto la dose unica di Johnson & Johnson, 1.800 da fragili, 1.400 da sanitari e 700 fra over 80 e ospiti delle Rsa. Le dosi disponibili al momento tramite portale sono tutte Moderna, mentre Pfizer viene somministrato nelle farmacie e tramite medici di famiglia (circa 40mila le dosi che verranno erogate questa settimana).

Da ieri è stata inoltre riattivata la modalità del last minute (dalle ore 19 alle 23.59), per consentire di prenotare i posti rimasti vuoti per il giorno successivo, mentre l’accesso senza prenotazione agli hub resta solo per le prime dosi ma non per i richiami. Ma chi ha diritto alla terza dose? Il richiamo, in linea con l’ultima circolare ministeriale, è raccomandando per chiunque abbia più di 40 anni, al personale sanitario, ai fragili e a coloro che si sono vaccinati con un’unica dose di J&J, sempre a condizione che siano trascorsi cinque mesi dalla seconda dose (o da quella unica per J&J).

"Questo provvedimento del Governo – ha commentato il presidente della Regione, Eugenio Giani - è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto. L’andamento della curva epidemiologica ci impone la massima prudenza e la maggiore protezione possibile, anche se lo scenario non è paragonabile a quello di un anno fa quando, proprio il 23 novembre, registravamo il record di ricoveri".