Rotatoria e traffico al casello. Firenze Sud, piano anti caos

Via libera allo schema di accordo fra i Comuni di Firenze e Bagno a Ripoli. Interventi da via Chiantigiana a via Lungo l’Ema e via Duca di Calabria.

Rotatoria e traffico al casello. Firenze Sud, piano anti caos
Rotatoria e traffico al casello. Firenze Sud, piano anti caos

Firenze, 10 dicembre 2023 – Ridurre le code in uscita dal casello autostradale dell’A1, migliorare la vivibilità e sicurezza dell’abitato attraverso nuove rotatorie: sono gli obiettivi della riorganizzazione della viabilità nel nodo di Ponte a Ema, con interventi che hanno un costo di 1,2 milioni di euro e sono finanziati sia da Società Autostrade - 800mila euro, ottenuti su richiesta del Comune di Bagno a Ripoli, come spiega il sindaco Francesco Casini, nell’ambito delle risorse per la terza corsia autostradale - che dal Comune di Firenze (400mila euro).

La giunta comunale di Palazzo Vecchio ha approvato lo schema di accordo tra Palazzo Vecchio, il Comune di Bagno a Ripoli e la Città metropolitana di Firenze. La riorganizzazione interessa il tratto di via Chiantigiana, nella porzione di territorio al confine tra Firenze e Bagno a Ripoli, fra via Lungo l’Ema e via Duca di Calabria: è un’area cruciale per la viabilità visto che rappresenta una connessione tra il Chianti fiorentino e l’A1 e per l’accesso al viadotto Marco Polo. Si interverrà dunque su via Chiantigiana, via Benedetto Fortini, via Goffredo della Torre, via Duca di Calabria e via Lungo l’Ema, in modo da rendere più fluida la viabilità.

A oggi nell’intersezione tra la Chiantigiana e via Lungo l’Ema non è consentita la svolta a sinistra per chi si immette sulla Chiantigiana: questo crea problemi alla viabilità. Si pensa così di creare – ma i tempi non sono ancora definiti – una rotatoria sperimentale in quell’intersezione. "Aspettiamo da anni questo progetto, ora ci aspettiamo che parta il prima possibile – afferma Casini -. C’è una esigenza fortissima sul territorio, è arrivato il momento di accelerare perché la progettazione è stata lenta e i costi sono lievitati. Oggi questo intervento è necessario".

Tra gli interventi, sull’area di pertinenza del Comune di Firenze, ci sarà anche la riorganizzazione della rotatoria di Ponte a Ema, in modo da rendere meno critico il traffico: la rotonda permetterà anche di bypassare l’abitato di Ponte a Ema per chi è diretto verso via Goffredo della Torre in direzione Firenze e Bagno a Ripoli. Per quanto riguarda le strade direttamente interessate dal Comune di Bagno a Ripoli in via Lungo l’Ema ci sarà anche l’adeguamento del parcheggio. "Sono opere molto importanti – dichiara l’assessore alla Mobilità di Palazzo Vecchio Stefano Giorgetti – perché consentiranno di ridurre le code in uscita dal casello Firenze Sud consentendo anche al traffico diretto su via Goffredo della Torre in direzione di Firenze e Bagno a Ripoli di bypassare l’abitato salvaguardando l’abitato e migliorando così la vivibilità e la sicurezza". L’intesa individua nel Comune di Firenze il soggetto attuatore del progetto e la stazione appaltante.

Niccolò Gramigni

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro