Si torna a passeggiare nel verde e a gustarsi un gelato, anche se con misure di sicurezza e ingressi contingentati. Il parco dei Renai di Signa ha riaperto ieri al pubblico dopo una chiusura invernale prolungata a causa dell’emergenza Coronavirus. L’inaugurazione ieri alle 10 alla presenza del sindaco di Signa, Giampiero Fossi, del presidente e dell’amministratore delegato della società di gestione del...

Si torna a passeggiare nel verde e a gustarsi un gelato, anche se con misure di sicurezza e ingressi contingentati. Il parco dei Renai di Signa ha riaperto ieri al pubblico dopo una chiusura invernale prolungata a causa dell’emergenza Coronavirus. L’inaugurazione ieri alle 10 alla presenza del sindaco di Signa, Giampiero Fossi, del presidente e dell’amministratore delegato della società di gestione del parco, rispettivamente Daniele Donnini e Andrea Marzi. Per il momento, l’apertura riguarda il lotto zero (il primo che si trova entrando dal ponte sul Bisenzio) e l’unica attività aperta è la gelateria, che effettua solo servizio da asporto. Restano chiusi gli impianti per le attività sportive, l’area giochi e il bar-ristorante che potranno aprire quando arriveranno le relative disposizioni del governo. Possono entrare 1060 visitatori alla volta, che vengono contati dal personale all’ingresso: al momento del raggiungimento della massima capienza sarà consentito l’accesso di un nuovo visitatore all’uscita di un altro. Le norme prevedono l’obbligo di mascherina (esclusi bambini sotto 6 anni) e il distanziamento sociale tra le persone (1,80 mt) ad eccezione dei nuclei familiari. Le bici all’interno del parco vanno portate a mano, ma si può percorrere la ciclabile esterna che arriva fino alle Cascine. Si può passeggiare e fare attività motoria nel rispetto del distanziamento, non è consentito fare sport né pic nic. Previsti interventi di sanificazione (due volte al giorno) per panchine e servizi igienici. "La riapertura del parco – ha detto il sindaco Giampiero Fossi – ha un valore simbolico e di rinascita molto importante in questa fase". "Riapriamo in un momento difficile – ha proseguito l’ad dell’Isola dei Renai spa, Andrea Marzi – la speranza è che i cittadini apprezzino i servizi offerti, con l’obbiettivo di offrirne sempre di più". "Il richiamo ai nostri visitatori – ha detto il presidente della società di gestione del parco, Daniele Donnini – è quello di avere senso di responsabilità nel rispetto delle regole".