Firenze, 12 novembre 2019 - Mike è un ambulante nigeriano. Ha 28 anni, da tre è in Italia. Staziona nel sottopasso delle Cure. È amico di tutti. Un sorriso, una battuta, una mano agli anziani con la spesa. Vende fazzoletti per fare la giornata.

Lunedì mattina due giovani incappucciati lo hanno aggredito, insultandolo senza motivo e poi sono fuggiti.

"Mi hanno dato dei calci e dei pugni senza che io avessi fatto niente e sono scappati. Perché lo hanno fatto? Non lo so, ma ci sono rimasto male. Ho perso sangue ma ora sto bene. La gente del quartiere mi sta portando solidarietà".