Rapezzi, entro martedì il rientro

Alessio Rapezzi, tifoso viola, scomparso in Egitto per un malore. Il fratello Simone si occupa del rimpatrio della salma, ringraziando per il sostegno ricevuto.

Il viola era il colore che amava di più e nel suo ultimo viaggio il ‘Rapa’ porterà con sé la maglia della Fiorentina. Ci ha scritto dall’Egitto Simone, il fratello di Alessio Rapezzi, dove è dovuto andare per il pietoso rito del riconoscimento e sbrigare le formalità necessarie per il rientro del corpo in Italia. Un rientro tristissimo, dopo la morte a causa di un malore avvenuta martedì scorso mentre si trovava in vacanza, a Sharm-El Sheik, insieme a Laura, la sua compagna. E che non dovrebbe essere, sempre secondo quanto detto dal fratello prima dell’inizio della prossima settimana, al massimo martedì 27. Simone, inoltre, ha voluto approfittare dell’occasione "per ringraziare i tanti che in questi giorni hanno dimostrato affetto e solidarietà nei confronti della nostra famiglia". Da Sharm, infatti, il corpo di Alessio è stato trasferito al Cairo e da qui potrà tornare in Italia dove gli sarà tributato l’ultimo saluto. "Ho fatto tutto quello che c’era da fare per il rimpatrio – continua Simone Rapezzi -, adesso la burocrazia deve fare il suo corso, ma spero che tutto possa svolgersi nel minore tempo possibile. Voglio ringraziare anche i rappresentanti delle autorità italiane che ci sono stati sempre vicini e si sono adoperati per aiutarci in questo doloroso momento". Pier Francesco Nesti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro