Raccolta differenziata, è polemica: "Livelli alti, ma la Tari è alle stelle"

I sestesi sono fra i cittadini più ricicloni, ma nonostante l'impegno profuso non hanno una tariffa ridotta. Il capogruppo consiliare di Italia Viva denuncia che l'aumento della Tari è dovuto alla mancanza di impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti.

Raccolta differenziata, è polemica: "Livelli alti, ma la Tari è alle stelle"

Raccolta differenziata, è polemica: "Livelli alti, ma la Tari è alle stelle"

Da molti anni i sestesi sono fra i cittadini più ‘ricicloni’, nell’ambito della provincia fiorentina e non solo, per quanto riguarda la differenziazione dei rifiuti. Eppure, ai primi posti in classifica e all’impegno profuso non corrisponde un ‘ristoro’ dal punto di vista economico né una tariffa ridotta. Anzi. Una situazione sicuramente singolare quello che torna a denunciare il capogruppo consiliare di Italia Viva Gabriele Toccafondi: "A Sesto Fiorentino – dice - si differenzia l’85% dei rifiuti e nel 2024 la cifra Tari raggiunge il super record di 13 milioni di euro. Prosegue così il paradosso dell’aumento della Tari: più i cittadini riciclano e più aumentano i costi per gli stessi cittadini". Uno stato di fatto che, a detta del consigliere comunale di opposizione, deriverebbe da una serie di scelte fatte dal Comune (che in passato è sempre stato fra l’altro in prima linea contro l’inceneritore previsto a Case Passerini e poi mai realizzato) ma non solo: "Quando non si costruiscono gli impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti – prosegue infatti - questo è il risultato. E una azienda Multiutility, con i comuni soci ed una quota di minoranza quotata in borsa, avrebbe le risorse per costruire e gestire questi impianti e di conseguenza abbassare costi e tariffe per cittadini ed imprese. Peccato che a Sesto la sinistra, e ahimè anche il Pd, siano contrari a questo percorso". Le brutte sorprese in termini di Tari, commenta ancora Toccafondi, stanno raggiungendo i sestesi per posta: "In questi giorni intanto – conclude - a casa è arrivato il bollettino per pagare il conguaglio per chiudere i conti di un 2023 che tutti speravamo fosse un anno particolare e con un aumento destinato ad essere unico. Invece anche nel 2024 si aumenta".

S.N.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro