Qualità turistica e ambientale. Barberino vince la bandiera arancione

Città premiata per i servizi di accoglienza, l’offerta culturale e le risorse paesaggistiche. Il sindaco "Elemento di vanto"

Qualità turistica e ambientale. Barberino vince la bandiera arancione

Qualità turistica e ambientale. Barberino vince la bandiera arancione

Riconfermata a Barberino Tavarnelle la certificazione di qualità turistico-ambientale Bandiera Arancione del Touring Club. Ad essere premiati sono stati qualità della vita, servizi di accoglienza, cultura dell’ospitalità, offerta culturale per una meta dinamica e a misura di famiglia, patrimonio storico-architettonico, decoro urbano, tutela ambientale e risorse paesaggistiche. Dunque Barberino Tavarnelle rispecchia i canoni di bellezza, armonia e qualità richiesti dal network nazionale delle Bandiere Arancioni e fa parte di una rete di circa 300 città italiane. "Per noi rappresenta un elemento di vanto il fatto che il riconoscimento, che cerca la qualità e la sostenibilità ambientale nei comuni dell’entroterra con meno di 15mila abitanti, sia stato rinnovato al territorio di Barberino Tavarnelle", commenta il sindaco David Baroncelli. "Fa piacere inoltre che Barberino Tavarnelle sia uno dei protagonisti del triangolo valdelsano insieme a San Gimignano e Certaldo anche loro Bandiere Arancioni". La "Bandiera Arancione", marchio di qualità turistico-ambientale, è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita e viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità ed è quindi ritenuto uno strumento di valorizzazione del territorio. "Abbiamo lavorato in questa direzione accentrando i servizi di informazione turistica e promozione territoriale per tutto il territorio", ha aggiunto il sindaco Baroncelli.

"Abbiamo messo in atto un articolato piano di valorizzazione attraverso la riqualificazione dei centri storici dei nostri borghi che accolgono i punti informazioni turistiche e sale espositive utilizzate come location per mostre, incontri ed eventi culturali". Obiettivo del Comune è continuare a lavorare sul tema ospitalità. "Accoglienza, qualità ambientale, fattori di attrazione turistica, valorizzazione delle risorse – conclude il sindaco -, il nostro programma di interventi investirà sul potenziamento dell’offerta turistico-culturale e il coinvolgimento del settore produttivo con ricadute positive in termini economici".

Andrea Settefonti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro