Prete condannato per violenza su bimba, oggi la sentenza d'appello per don Paolo Glaentzer

Glaentzer fu arrestato in flagranza, e poi posto agli arresti domiciliari, dopo essere stato trovato in atteggiamenti intimi con la bambina all'interno della sua auto dalle parti di Calenzano

Don Paolo Glaentzer (Fotocronache Germogli)
Don Paolo Glaentzer (Fotocronache Germogli)

Firenze, 23 giugno 2020 - Si celebra oggi a Firenze il processo di appello contro l'ex sacerdote Paolo Glaentzer, condannato a 4 anni e quattro mesi di reclusione dal tribunale di Prato il 5 marzo 2019 per violenza sessuale su una bambina di 10 anni. La sentenza è prevista in serata. A seguito della condanna di primo grado padre Glaentzer è stato dimesso dallo stato clericale da Papa Francesco.

Glaentzer fu arrestato in flagranza, e poi posto agli arresti domiciliari, dopo essere stato trovato in atteggiamenti intimi con la bambina all'interno della sua auto dalle parti di Calenzano. A sorprenderlo furono alcuni vicini della piccola, che l'uomo avrebbe dovuto riaccompagnare a casa. A fare ricorso in appello contro la condanna la difesa dell'ex sacerdote. Il gup di Prato, al termine di un processo in rito abbreviato, lo condannò anche a un risarcimento di 50mila euro verso la giovane vittima, rappresentata da un tutore legale, mentre niente era stato previsto per i genitori della piccola, i cui legali, avvocati Fabio Generini e Francesco Stefani, hanno proposto appello per chiedere il riconoscimento del danno anche nei loro confronti.