Pollini, omaggio della Scuola di Musica

La Scuola di Musica di Fiesole piange la scomparsa di Maurizio Pollini, icona del pianismo mondiale. Il maestro ha lasciato un segno indelebile con le sue interpretazioni e il suo sostegno alla scuola.

"È grande il dolore" della Scuola di musica di Fiesole per la scomparsa di Maurizio Pollini, "uno dei musicisti al vertice del pianismo mondiale per le sue interpretazioni delle pagine immortali dei grandi autori come Chopin, Beethoven e Schumann". Così in una nota Claudio Martini, sovrintendente della Scuola di Musica di Fiesole. "Proprio quest’anno, in occasione del cinquantesimo anno della sua vita, la Scuola di musica di Fiesole - si spiega - perde uno dei suoi più intimi amici: Maurizio Pollini l’ha sostenuta sia spiritualmente che con le sue visite a Villa La Torraccia dove ha tenuto masterclass, fra cui la prima della sua vita, per i migliori allievi fiesolani fra i quali il Quartetto Klimt, ancora in attività". E infine: "Con il suo impegno ha spezzato la torre d’avorio che a volte imprigiona il mondo della musica classica, e se gli è stato possibile farlo, era perché Pollini poteva darle del tu"

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro