Una ragazza salta di fronte ai cinque cerchi olimpici
Una ragazza salta di fronte ai cinque cerchi olimpici

Firenze, 9 settembre 2019 - Olimpiadi estive del 2032 a Firenze e Bologna: lancia la proposta il sindaco di Firenze Dario Nardella. E l'occasione è un evento organizzato dalla Città Metropolitana di Firenze. Il sogno è quello di far tornare i giochi olimpici in Italia appunto nel 2032, dopo le già assegnate Tokyo 2020, Parigi 2024 e Los Angeles 2028.

Una proposta che Nardella ha già "girato" al suo collega e primo cittadino del capoluogo emiliano, Virginio Merola oltre che al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e quello dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. Un'asse dunque, un'alleanza tra le due regioni "rosse" del centro Italia.

"Così si potrebbe recuperare la candidatura italiana sfumata di Roma", dice Nardella. "L'idea - ha continuato - si basa su alcuni elementi oggettivi: l'asse Firenze-Bologna rappresenta il cuore di un sistema dell'Italia centrosettentrionale che mette insieme il meglio della Toscana e dell'Emilia per infrastrutture, ricettività, capacità organizzativa e visibilità internazionale".

 

Il primo cittadino di Bologna reagisce in maniera entusiasta: "E' un'ottima idea e si lavorerà insieme a questa prospettiva", dice Merola confermando di aver già parlato con Nardella sull'argomento. 

Nel progetto è coinvolta anche la Regione Emilia-Romagna, che ha partecipato a diversi colloqui su Firenze-Bologna 2032. Per il presidente Stefano Bonaccini si tratta di una grande idea, sulla quale occorre ora capire come procedere al meglio. Bonaccini, che ha tenuto per se' la delega allo sport, si è speso del resto in questi anni per portare grandi eventi sportivi in Emilia-Romagna, con l'obiettivo anche di portare benefici al turismo.

Solo quest'anno c'è stata la partenza del Giro d'Italia a Bologna e gli europei di calcio under 21.