La foto di uno dei piatti contestati
La foto di uno dei piatti contestati

Firenze, 13 novembre 2019 - Il piatto piange e non è, purtroppo, una novità. Ma a piangere stavolta è anche chi è chiamato a consumarlo. Dopo un inizio anno scolastico tranquillo, infatti, ripartono in quarta le polemiche, corroborate dalle foto dei piatti serviti agli alunni, che i genitori inviano ai mezzi di comunicazione. Si sono formate di recente le commissioni dei familiari con l'incarico di controllare il servizio mensa e le lamentele sono immediatamente fioccate. 

«Il cibo è scarso e scadente», protestano da Firenze mamme e insegnanti. Balducci, Matteotti, Diaz, Desiderio da Settignano: sono molti gli istituti in cui sta ripartendo la polemica. Eppure i menu sono stati in parte rivisitati per venire incontro ai gusti dei bambini e le grammature aumentate. Alcuni piatti restano però da fame. E lo si vede bene nelle foto che pubblichiamo. La speranza è che da gennaio, a Firenze, con il nuovo bando, la musica a tavola cambi per davvero. Su La Nazione edizione di Firenze, in edicola domani, giovedì 14 novembre, una pagina con immagini e proteste.banana1  Nella foto a lato la frutta servita in un istituto fiorentino nei giorni scorsi. Immagine inviata da un genitore. 

Al riguardo Sara Funaro, assessore all'istruizione di Palazzo Vecchio specifica che "sono in corso controlli costanti e puntuali, come sempre fatto, sia nei centri cottura che nei refettori. Intervenedo con richieste di chiarimento e se necessario, sanzioni. E' una fase sperimentale del bando e siamo in contatto costante con l’Asl per valutare eventuali modifiche. Gli uffici prendono in carico ogni segnalazione e svolgono ogni verifica necessaria. Da parte dell’amministrazione l’attenzione è massima perché i bimbi nelle nostre scuole abbiano cibo di qualità e nelle giuste quantità”. 

Il presidente della Commissione Mensa della scuola Matteotti. istituita dai genitori dell'Ic Poliziano precisa che le foto inviate alla stampa si riferiscono  ai pasti forniti alcune settimane fa e che, a seguito di segnalazione di tale disservizio alla Cirfood, ditta appaltatrice del servizio, all'ufficio refezione scolastica ed all'assessore Funaro, "la situazione è immediatamente migliorata". Si precisa inoltre che non è stata la stessa commssione ad autorizzare la diffusione delle immagini. "Restano problemi legati a piatti non sempre apprezzati dai bambini in quanto proposti nell'ottica di un'educazione alimentare non sempre gradita ai principali fruitori del servizio". 

La Nazione.it dà voce ai genitori (e agli stessi insegnanti) che protestano per la qualità del servizio mensa.

Inviateci le immagini dei piatti che proprio non vanno giù, con indicazione delle scuole e la città da cui provengono. Le foto vanno inviate tramite Whastapp al numero 331 6121321.