Muore nel suo ristorante Leandro Becheroni, un mito del motociclismo

Calenzano, il locale “Gli Alberi” è conosciutissimo. Ex pilota, il titolare era amico di tanti personaggi del mondo delle due ruote, tra cui Valentino Rossi

Leandro Becheroni nel suo locale (Fotocronache Germogli)

fotocronache germogli

Calenzano (Firenze), 30 marzo 2023 – Se n’è andato Leandro Becheroni, 73 anni il prossimo luglio, titolare del ristorante «Gli Alberi» di Calenzano, ed ex pilota di motociclismo. Una morte che lascia sotto choc il mondo delle due ruote. L’uomo ha avuto un malore nel suo ristorante. Ogni tentativo di soccorso è stato vano.

Fu campione d’Europa della classe 500, ma nella sua carriera vanta anche diverse presenze nel Mondiale di categoria.

Le moto e la cucina sono state da sempre le sue passioni e per questo, Leandro, negli anni è diventato il cuoco, il ristoratore dei piloti della MotoGp.

Da Freddie Spencer, a Loris Capirossi, da Giacomo Agostini a Valentino (Becheroni ha corso in coppia anche con il babbo di Rossi, Graziano), l’appuntamento con i suoi piatti era diventato un’abitudine fissa per il Motomondiale, in occasione del Gp d’Italia, al Mugello, quando nelle cene del giovedì o del venerdì dopo le prove libere, gran parte dei circus della MotoGp si presentava agli «Alberi» per la cena organizzata da Leandro.

La famiglia Becheroni era comunque legatissima anche al ciclismo. Vera passione del papà di Leandro.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro